Galliate: inaugurata “Piazza delle Erbe”. Un’area verde per la comunità e per persone disabili

La piazza comprende panchine, spazi per i bambini e uno spazio esperienziale dove la comunità e le persone disabili possono coltivare piante officinali e partecipare a laboratori e corsi di formazione

Mercoledì 21 settembre, l’inaugurazione ufficiale di “Piazza delle Erbe”, la grande area verde dedicata alla comunità e alle persone disabili per tornare a socializzare in un ambiente protetto e grazie alla cura delle piante officinali. Il progetto è promosso da Fondazione Apri le Braccia di Galliate con il sostegno di Fondazione Comunità Novarese onlus.

Un’Area verde di circa 1.000 metri quadrati (con tanto di serra) adiacente alla struttura della Fondazione Apri le Braccia in cui saranno accolte, non solo le persone disabili già seguite dalla Fondazione, ma anche utenti seguiti dal Consorzio Cisa Ovest Ticino e gli spazi dai tenui color pastello di una Tisaneria. Il progetto “Piazza delle Erbe”, promosso da Fondazione Apri le Braccia di Galliate che ha ottenuto un contributo di 20.000 euro da Fondazione Comunità Novarese onlus, ha potuto vivere il suo primo momento pubblico e di festa.

“Piazza delle Erbe” comprende panchine, spazi per i bambini e uno spazio esperienziale dove la comunità e le persone disabili possono coltivare piante officinali e partecipare a laboratori e corsi di formazione, tenuti da operatori della Federazione Italiana Produttori Piante Officinali, con il supporto dei volontari della Fondazione e di alcuni studenti di tre istituti scolastici superiori del territorio.

Un momento emozionante per la presidente di Fondazione Apri le Braccia, Benedetta Sereno che ha ringraziato i numerosi partecipanti e le autorità intervenute ma anche per il presidente di Fondazione Comunità Novarese onlus, Davide Maggi: «Questo spazio – ha detto – è stato trasformato in un luogo abitato che ha un significato. Le mani operose dei ragazzi e degli educatori che lavorano le piante e le piantine stesse, nel loro atto di crescere, mi hanno ricordato la poesia “I limoni” di Montale. Nei silenzi è bello ritrovare quel filo da sgarbugliare che ci rimette al centro della verità. E la verità è il gesto d’amore che quelle piantine necessitano per crescere, proprio come accade a ciascuno di noi. Perché nessuno può crescere da solo».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Sezioni