Questa sera “Romanzo d’infanzia” sale sul palcoscenico di Cabiria Teatro

Questa sera “Romanzo d’infanzia” sale sul palcoscenico di Cabiria Teatro. Nell’ambito dell’estate novarese, la ressagna teatrale va in scena al castello di Novara. Uno spettacolo della Compagnia Abbondanza/Bertoni con oltre 700 repliche e tradotto in 4 lingue. Il testo è di Bruno Stori, la coreografia e l’interpretazione di Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, la regia e drammaturgia di Letizia Quintavalla e Bruno Stori.

In tournée dal 1997, cioè da 23 anni, Romanzo d’infanzia è uno spettacolo di particolare intensità e poesia, pluripremiato e acclamatissimo in Italia e all’estero (premio ETI/STREGAGATTO 1997/98). Un lavoro dedicato a tutti coloro che non possono fare a meno dell’amore, che danza e parla della relazione tra genitori e figli. Commuove gli adulti e fa ridere i bambini, per questo è vivamente richiesta la loro presenza, essendo una creazione nata soprattutto per un pubblico giovane. In scena 2 danzatori che si alternano tra essere genitori e figli e poi di nuovo padre e figlio e madre a figlia e poi fratelli, sì, soprattutto fratelli, e alternano il subire e il ribellarsi e difendere e scappare e tornare e farsi rapire per sempre senza ritorni: insomma vivere.

 

 

Lo spettacolo sarà audio descritto in diretta per il pubblico non vedente grazie al progetto “Le Notti per Tutti” sostenuto dalla Fondazione Comunità Novarese Onlus e con la collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Novara.

Alle 18 è in programma un incontro di approfondimento a Casa Bossi dal titolo “Troppo amore, poco amore: cosa è peggio?”, interverranno Anna Pacini coordinatrice del Centro per le famiglie del Comune di Novara e Alessandra Bertolotti, psicologa dell’assocazione OrientaMente, aperto ad un numero ristretto di 20 persone, (prenotazioni a info@cabiriateatro.com) in presenza e in diretta Facebook dalla pagina di Cabiria Teatro.

Come di consueto ad accogliere il pubblico al castello prima dello spettacolo ci sarà un momento di intrattenimento a partire dalle 20.40 con un concerto a cura della Lizard Accademy di Novara di Mario Zara, grandissimo pianista jazz, che ci presenterà il suo progetto Before my name. Seguirà poi il reading a cura di “No, Dieci racconti per un nuovo immaginario novarese 2” coordinato da Luca Ottolenhi, 9 scrittrici e uno scrittore continuano il progetto di rinarrare la città di Novara, sarà la volta di Raffaella La Villa con “Spirit”, interessante introspezione nel mondo universitario novarese. Come al solito ci sarà la book’s lottery dove verrano regalati dei libri.

Biglietti a 10 euro, in prevendita presso il Teatro Coccia, www.fondazioneteatrococcia.it. Per info su serate e spettacoli www.cabiriateatro.com. Nei giorni di spettacolo da un’ora prima dell’inizio delle rappresentazioni all’ingresso di piazza Martiri.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *