Premio Cantelli, selezionati i 18 semifinalisti

154 i giovani direttori e direttrici d’orchestra iscritti, provenienti da 36 paesi e 4 diversi continenti

Sono durate fino alla tarda notte del 14 giugno le selezioni per arrivare alla rosa dei semifinalisti della XII edizione del Premio Internazionale di Direzione d’Orchestra “Guido Cantelli”: 154 i giovani direttori e direttrici d’orchestra provenienti da 36 paesi e 4 diversi continenti si sono iscritti al concorso 2022. Le domande sono arrivate dall’Argentina al Giappone, dalla Finlandia alla Corea del Sud, passando, solo per citarne alcuni, per Cina, Hong Kong, Kazakistan, Taiwan, Israele e Grecia. Oltre che l’Italia, gli altri paesi con il maggior numero di candidati sono Corea, Spagna e Stati Uniti.

I direttori d’orchestra Matteo Beltrami e Jordi Bernàcer e il sovrintendente del Teatro Regio di Torino, presidente della Giuria, Sebastian Schwarz si sono occupati della preselezione tramite registrazioni video e curriculum e hanno definito i nomi dei semifinalisti, che arriveranno alle prove al Regio dal 30 agosto al 3 settembre.

Diciotto i semifinalisti selezionati di età media 30 anni, che arrivano ogni parte del mondo: Zofia Kiniorska, 26 anni, proveniente dalla Polonia, Bjarni Frímann, 33 anni, proveniente dall’Islanda, Boon Hua Lien, 37 anni, proveniente da Singapore, Aram Khacheh, 25 anni, proveniente dall’Italia, Nikita Sorokine, 32 anni, proveniente dalla Federazione Russa, Maurice Cohn, 28 anni, proveniente dagli Stati Uniti, Kornilios Michailidis, 33 anni, proveniente dalla Grecia, Alexey Mikhaylenko, 36 anni, proveniente dalla Federazione Russa, CJ Wu, 37 anni, proveniente da Taiwan, Omer Shteinhart, 27 anni, proveniente da Israele, Cristian Spătaru, 29 anni, proveniente dalla Romania, Abner Padrino, 30 anni, proveniente dal Venezuela, Nicolò Jacopo Suppa, 29 anni, proveniente dall’Italia, Haoran Li, 36 anni, proveniente dalla Cina, Cesare Della Sciucca, 31 anni, proveniente dall’Italia, Roman Reshetkin, 22 anni, proveniente dalla Francia, Nicolò Umberto Foron, 24 anni, proveniente dall’Italia, Toby Thatcher, 33 anni, proveniente dalla Gran Bretagna.

«Sono davvero soddisfatta delle scelte fatte – commenta il direttore artistico del Premio e Direttore del Teatro Coccia, Corinne Baroni – e ringrazio la giuria per aver lavorato fino a tarda notte per mantenere fede all’annuncio nella data fissata. Il lavoro è stato impegnativo, ma anche stimolante, in quanto all’elevato numero dei partecipanti è corrisposto un’elevatissima qualità tecnica, molti dei candidati sono già finalisti o vincitori di premi internazionali, o in carriera. Questo avvalora il prestigio del Premio Cantelli, che dopo oltre 40 anni ha mantenuto alta l’attenzione e l’attesa da parte dei giovani direttori d’orchestra. Ora non ci resta che attendere le prove di Torino e la grande finale nel nostro Coccia. Ringrazio sin d’ora i nostri sostenitori che stanno credendo nel Premio sin dalle prime battute e che di sicuro amplieranno ancora di più l’interesse verso la nuova vita del concorso».

La giuria presieduta da Schwarz è composta, oltre che dai già citati Beltrami e Benacer, da personalità artistiche e culturali di rilievo internazionale: Antonello Allemandi (Direttore d’orchestra), Renata Borowska-Juszczynska (Direttore Generale dell’Opera di Poznan), Nazzareno Carusi (Consigliere di Amministrazione della Fondazione Teatro alla Scala di Milano, Vice Presidente della Fondazione Orchestra Regionale Toscana di Firenze, Consigliere artistico della Fondazione La Società dei Concerti di Milano, Direttore Artistico della Società della Musica “Riccitelli” di Teramo), Didier de Cottignies (Délégué artistique dell’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo), Riccardo Frizza (Direttore Musicale della Hungarian Radio Symphony Orchestra e Art Group – HRSO, Direttore Musicale del Festival Donizetti Opera di Bergamo), José Luis Gómez (Direttore d’orchestra, Direttore Musicale dell’Orchestra Sinfonica di Tucson) e Alexander Liebreich (Direttore d’orchestra, Direttore Musicale e Direttore Artistico dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Praga, Direttore Musicale e Direttore Artistico designato dell’Orchestra de Valencia). 

Il 4 settembre a Novara si svolgerà la finale che impegnerà i concorrenti nello stesso programma diretto da Cantelli nel suo ultimo concerto: la Sinfonia n. 1 di Johannes Brahms, La Valse di Maurice Ravel e Don Juan di Richard Strauss; e in aggiunta la composizione selezionata tramite il nuovo bando aperto per l’edizione 2022: quello per la composizione originale (la cui scelta verrà annunciata il 20 Giugno).

Per il vincitore la somma è di 12.000 euro, Premio offerto da CM Srl, per il secondo 8.000 euro, al terzo classificato 5.000 euro, offerti da Mirato spa.

Gli altri Premi: Premio della Critica (3.000 euro), assegnato da una giuria composta da Nicola Cattò (Rivista Musica), Elvio Giudici (Il Giorno), Sabino Lenoci (L’Opera), Alberto Mattioli (La Stampa) e Carla Moreni (IlSole 24 Ore) e offerto da Itof; Premio della Città (2.000 euro) assegnato da Ettore Borri, in qualità di presidente dell’Associazione Amici della Musica “Vittorio Cocito” – da 40 anni organizzatori del Festival Cantelli, una rassegna di concerti dedicata al compositore –, dal Conservatorio “Guido Cantelli” di Novara, storica istituzione musicale, partner del Teatro Coccia per tante iniziative e produzioni e da un delegato dell’Assessore alla Cultura di Novara, offerto da Righetti Mobili; Premio Giovani – Empatia (1.000 euro offerto da Suono Vivo), con una giuria formata dai rappresentanti dell’Associazione Giovani Dietro le Quinte nata nel 2020 in seno al Teatro Coccia da un gruppo di giovani affezionati alle attività musicali e culturali per raccontare il dietro le quinte del teatro.

Al Premio dell’Orchestra del Teatro Regio Torino configurata nell’assegnazione di una scrittura artistica, contrattualizzata entro i tre anni successivi la data della finale all’interno della stagione del Teatro Regio, si aggiunge un premio di 1.500 euro sostenuto dall’Associazione Amici del Regio, associazione nata nel 2012 per contribuire in particolare alle attività destinate ai ragazzi e alla formazione musicale.

L’ospitalità nelle strutture alberghiere di Torno e Novara sarà offerta da Fondazione Comunità Novarese Onlus, sostenitore dei giovani in questa nuova edizione del Premio.

Il Comitato d’onore artistico, oltre ai già presenti dalla passata edizione Riccardo Muti (vincitore nel 1967), Eliahu Inbal (vincitore nel 1963), Ádám Fischer e Lothar Zagrosek (vincitori ex aequo nel 1973) annovera Donato Renzetti (vincitore nel 1980 e presidente della giuria dell’edizione nel 2020) e Riccardo Chailly (Direttore Artistico del Teatro alla Scala di Milano).

Comitato D’onore è formato da Alberto Cirio, Presidente della Regione Piemonte, Alessandro Canelli, Sindaco del Comune di Novara, Gian Carlo Avanzi, Rettore dell’Università del Piemonte Orientale, Gianni Letta, Presidente Fondazione Gioachino Rossini, Leonardo Cantelli, figlio del Maestro.

La XII edizione del Premio Internazionale di Direzione d’Orchestra Guido Cantelli è organizzato da Fondazione Teatro Coccia di Novara in collaborazione con Teatro Regio di Torino e Università del Piemonte Orientale, con il contributo di Ministero della Cultura, Città di Novara, Regione Piemonte, con il patrocinio di Agenzia di Promozione Turistica Locale della Provincia di Novara, con il sostegno di Fondazione Banca Popolare di Novara, Fondazione Comunità Novarese Onlus, Camera di Commercio, Mirato Spa, CM Srl, Itof, Righetti Mobili e Suono Vivo.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL