L’alpinista Walter Bonatti raccontato a teatro

Decimo appuntamento per Vado a teatro, la rassegna che va in scena al Teatro degli Scalpellini di San Maurizio d’Opaglio. Venerdì 31 gennaio alle 21 è, infatti, in programma “In capo al mondo  – in viaggio con con Walter Bonatti”.

Soprannominato “Il re delle Alpi”, Bonatti è stato una delle figure più eminenti dell’alpinismo mondiale. Oltre che alpinista e guida alpina, fu autore di libri e numerosi reportage nelle regioni più impervie del mondo, molti dei quali come inviato esploratore del settimanale Epoca.

Luca Radaelli, drammaturgo e interprete, nonchè direttore della compagnia Teatro Invito di Lecco e dello storico festival di teatro in spazi aperti “L’ultima luna di agosto” che si svolge tra Lario e monti, così presenta lo spettacolo: «L’incontro con Walter Bonatti è avvenuto, non a caso, in una sala teatrale in una serata a lui dedicata: incontravo un eroe del nostro tempo. Che cos’è un eroe? Chi conduce una vita esemplare, e quale vita è più esemplare di quella di Bonatti? Ma dietro ogni vita ci sono mille contraddizioni, così ho voluto scavare per capire. Per trovare l’uomo, come avrebbe detto lui. Racconterò l’epoca degli alpinisti pionieri, priva di grandi sponsor e di grandi mezzi tecnologici. Racconterò le grandi scalate del Dru, del Cervino, del Gasherbrum IV, i successi internazionali così come le sconfitte: la tragedia del Monte Bianco e quella sfiorata del K2. Il passaggio dall’esplorazione in verticale a quella in orizzontale, nel vasto mondo. La celebrità, l’amore, la morte».

Ingresso 12 euro.

 

[the_ad id=”62649″]

 

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *