La mostra sul Divisionismo riapre in autunno

La mostra sul Divisionismo riapre in autunno. Ad annunciarlo, con un video, Paolo Tacchini, presidente dell’associazione Mets che si è occupata dell’allestimento dell’esposizione al castello di Novara interrotta a causa dell’emergenza coronavirus.

«Piuttosto che pensare a una nuova mostra per il prossimo anno – spiega Tacchini – abbiamo preferito riproporre quella sul Divisionismo che alla chiusura ha fatto registrare 32000 visitatori tanto che avevamo pensato di prorogare fino al 25 aprile. Le proiezioni ci hanno detto che se avessimo chiuso alla scadenza naturale, il 13 aprile, avremmo raggiunto i 55000 visitatori».

 

 

La mostra sarà così riproposta tale e quale, con la sostituzione di alcune opere che in quel periodo saranno destinate ad altre esposizioni: «Abbiamo ottenuto la disponibilità di tutti i collezionisti e pensiamo di poter inaugurare a fine ottobre – prosegue – Siamo tutti al lavoro per garantire la riapertura: anche se ci saranno forme di contingentamento, saremo comunque organizzati per organizzare le entrate. Il nostro scopo non è quello di fare cassa o numeri da record, ma permettere alle persone che non l’hanno ancora fatto di vedere la mostra, e a chi l’ha già visitata di poter tornare».

Nel frattempo l’esposizione è visitabile on line sul sito https://www.enjoymuseum.com/divisionismo/ : «Nei primi cinque giorni – conclude Tacchini – abbiamo avuto 22000 visitatori tanto che abbiamo dovuto spostare il video su una nuova piattaforma».

 

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni