Arona, all’ArcheoMuseo Khaled al-Asaad uno sguardo alla Preistoria piemontese

L'inaugurazione si terrà sabato 9 aprile

La programmazione culturale dell’Archeomuseo riparte accogliendo la mostra, frutto di un progetto coordinato dal Comune di Viverone e dal Centro documentazione delle palafitte di Viverone, cui ha collaborato anche l’Archeomuseo aronese per quanto riguarda l’approfondimento del sito palafitticolo di Mercurago. La mostra fotografica, realizzata da Fabrizio Lava, con testi divulgativi curati da Alberto Zola, del Centro documentazione di Viverone, e da Elena Poletti, conservatrice archeologa del museo di Arona, sarà ospitata nella Sala didattica dell’Archeomuseo Khaled al-Asaad, in Piazza San Graziano 36.

L’inaugurazione, che si terrà sabato 9 aprile alle ore 17, sarà accompagnata dalla presentazione del catalogo della mostra e si svolgerà con l’intervento di Alberto Zola, Centro di documentazione delle palafitte di Viverone; Fabrizio Lava, fotografo; Elena Poletti Ecclesia, conservatrice archeologa di Arona. La mostra sarà visitabile, con ingresso gratuito, fino al 29 maggio, negli orari del martedì ore 10-12 e sabato e domenica ore 15.30-18.30. Saranno possibili visite guidate per i gruppi scolastici su prenotazione anche in altri orari e giornate.

L’Assessore alla Cultura della Città di Arona, dott.ssa Chiara Autunno, commenta così l’iniziativa: «Siamo molto lieti di ospitare la mostra fotografica che non solo è l’occasione per stringere una proficua collaborazione con altre importanti realtà del territorio, ma anche di offrire al nostro pubblico la possibilità di approfondire una tematica strettamente legata alle nostre origini, che attraverso le immagini e i racconti degli operatori museali può essere usufruita da un’utenza eterogenea, tra cui le numerose classi scolastiche che saranno in visita nei prossimi mesi».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL