Hupac al comando del Cim assume anche la gestione del centro intermodale

Eurogateway, che gestisce il terminal di Novara Boschetto, continuerà a essere un partner strategico per il Gruppo

Si chiama Combiconnect la società del Gruppo Hupac che da oggi, lunedì 18 ottobre, gestirà il terminal del Cim, il centro intermodale merci di Novara, uno degli interporti più grandi d’Italia. L’accordo, siglato lo scorso 15 settembre tra Combiconnect e Eurogateway, prevede la cessione del ramo d’azienda al terminal Novara Cim Ovest, mentre contestualmente a Combiconnect è stata assegnata la gestione terminalistica da parte di CIM SpA.

«Il nostro obiettivo è sviluppare ulteriormente questo terminal strategico per il trasferimento del traffico transalpino. Oggi Novara CIM gestisce oltre 60 coppie di treni settimanali, in maggioranza dell’operatore Hupac Intermodal, su un impianto di 150.000 mq dotato di 7 binari di carico e scarico – spiega Piero Solcà, direttore Terminal e Infrastrutture del Gruppo Hupac -. I piani di investimento sono già nel cassetto e prevedono l’allungamento dei binari dagli attuali 600 metri allo standard europeo di 740 metri, nuovi binari di entrata/uscita, gru a portale e un sofisticato sistema OCR per la lettura automatica dei dati dei treni e delle unità di carico».

Eurogateway, che gestisce il terminal di Novara Boschetto, continuerà a essere un partner strategico per il Gruppo Hupac. La società Combiconnect Srl, costituita a inizio 2021, è partecipata all’80% da Hupac SA, Chiasso, e al 20% da Centro Interportuale Merci SpA, Novara.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL