Accordo Cnvv-Bpm per facilitare accesso al credito delle imprese

Accordo tra Confindustria Novara Vercelli Valsesia e Banco Bpm per facilitare le aziende nell’accesso al credito assistito secondo le recenti misure emanate dal Governo per fronteggiare la crisi derivante dal Covid19, in particolare i decreti legge “Cura Italia” e “Liquidità”.

Cnvv supporterà le imprese nella presentazione delle domande e nell’attivazione delle istanze, facilitando l’individuazione dei fabbisogni e la predisposizione della documentazione necessaria, mentre la banca farà di tutto per snellire tempi di istruttoria, di delibera e di erogazione dei finanziamenti. In casi di particolare urgenza, e in presenza dei requisiti per ottenerle, sarà anche possibile accedere a forme particolari di “prefinanziamento” o di finanziamento “ponte”.

 

 

«Siamo particolarmente soddisfatti – commenta il presidente di Cnvv, Gianni Filippa – perché questo accordo rinsalda l’alleanza tra banche e imprese nell’interesse comune per il rilancio dell’economia locale. Dopo il lockdown che ha portato al blocco di molte attività, le nostre aziende devono poter ricevere la liquidità necessaria per riprendere a produrre e le banche hanno tutto l’interesse a veder rientrare gli impieghi nei tempi previsti. Stiamo per firmare un accordo analogo anche con Unicredit e con altri primari istituti».

L’accordo prevede la costituzione, all’interno di Cnvv, di un team professionale per supportare le imprese, accompagnarle nella presentazione delle domande e collaborare con la banca per la soluzione di eventuali criticità. Banco Bpm si impegna a facilitare la tempestività dei tempi di finanziamento e a valutare forme di prefinanziamento per situazioni di urgenza non compatibili con  le  tempistiche di legge, applicando condizioni tassi di interesse e/o spese istruttoria di particolare riguardo.

«Si tratta di un accordo molto importante per il nostro territorio – aggiunge Massimo Marenghi, responsabile della Direzione territoriale Novara, Alessandria e Nord-Ovest di Banco Bpm – che ha bisogno di fiducia e di azioni concrete per ripartire dopo essere stato duramente colpito dall’emergenza sanitaria. Come banca si prosegue nel solco della tradizione e dei valori che hanno sempre contraddistinto il nostro rapporto con i territori serviti».

 

 

 

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Antonio Maio

Antonio Maio

Nato a Lecco il 26 febbraio 1957, vive a Novara dal 1966. È sposato e ha un figlio. Iscritto all'ordine dei giornalisti il 30 aprile 1986 ha svolto la professione quasi esclusivamente ai nove settimanali della Diocesi di Novara fino a diventarne direttore nel settembre 2005, carica mantenuta fino a tutto il 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL