Cronaca In città

Una persona denunciata per furto d’acqua

Al Campo nomadi di Agognate dagli agenti della Polizia locale che, su segnalazione dei tecnici di Acqua Novara. Vco, hanno individuato un allaccio abusivo alla rete idrica comunale

Una persona denunciata per furto di acqua. Nei giorni scorsi, una pattuglia del Nucleo Tutela Sicurezza urbana è intervenuta presso il Campo nomadi di Agognate dove era stata segnalato dai tecnici della società  Acqua Novara. Vco un allaccio abusivo all’acquedotto comunale. Giunti sul posto, gli agenti hanno notato che alcuni dei residenti nel campo stavano discutendo animatamente con gli gli addetti e che qualcuno aveva posizionato un’autovettura sopra i tombini di accesso dell’acqua potabile, ostacolo che non ne permetteva l’ispezione. L’intervento degli agenti ha impedito che la situazione degenerasse e gli operatori, dopo aver riportato la calma, hanno fatto spostare l’autovettura. É stata così accertata la presenza di un allaccio abusivo effettuato mediante un collegamento di tubazioni che dal collettore dell’acquedotto permetteva l’erogazione dell’acqua potabile fino al campo. Il responsabile del campo, di origine polacca, é stato denunciato per furto d’acqua.

«La Polizia locale – spiega l’assessore alla Sicurezza Luca Piantanida – ha raccolto subito la segnalazione della società Acqua Novara. Vco, programmando immediatamente l’intervento di controllo della situazione. Emerso l’abuso, é scattata la denuncia. Ciò a riprova della tutela dei cittadini che regolarmente pagano le utenze e dell’attività di controllo capillare che stiamo cercando di effettuare sul territorio attraverso gli agenti della polizia, pur in una situazione di carenza di personale. Cosa che verrà a breve tamponata grazie all’assunzione di ben diciotto nuovi agenti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

Stopover Viaggi - Venezia - La Voce di Novara