Regione, rimodulazione dei “bonus pendolari”

Bloccati sul treno per ore

Nuova rimodulazione dei “bonus pendolari” previsti dalla Regione a favore degli abbonati al servizio pubblico locale. Ad annunciarlo è l’assessore piemontese ai Trasporti Marco Gabusi, precisando che i termini di richiesta per i cosiddetti “annuali” sono stati prorogati al prossimo 31 maggio.

Un rimborso, ha ricordato il componente della giunta di Palazzo Lascaris, «previsto una tantum, che andava richiesto direttamente in biglietteria. Un’operazione che non può essere oggi svolta in conseguenza dei divieti di spostamento previsti dall’emergenza coronavirus». Ovviamente la data ipotizzata del 31 maggio sarà legata all’eventuale ripresa in quel periodo della normale attività, così come è stato rimandato anche il bonus per gli abbonamenti mensili previsti per i periodi da marzo a maggio, per i quali «siamo in attesa di eventuali misure che saranno prese a livello nazionale», analogamente ai titoli di viaggio già acquistati e non completamente utilizzati tanto per i servizi ferroviari quanto per quelli automobilistici.

 

[the_ad id=”62649″]

 

Agli utenti, ha ricordato ancora Gabusi, «chiediamo di conservare tutte le ricevute relative ai servizi di questo periodo. Le risorse economiche per i bonus ci sono e sono già impegnate. Come Regione poniamo piena attenzione affinché vengano utilizzate come previsto, nella tutela dei diritti dei numerosi pendolari che hanno scelto di utilizzare la rete del trasporto pubblico».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL