Rapina un bar ma dopo un mese viene individuato e arrestato dai Carabinieri

rissa in strada

Rapina 500 euro in un bar vicino casa, fugge in bicicletta ma a distanza di un mese viene individuato e arrestato dai Carabinieri di Vespolate. A finire in manette alle prime ore di stamane, mercoledì 7 ottobre, B.P., originario di Galliate e residente a Borgolavezzaro, di professione magazziniere e con precedenti.

I militari sono intervenuti eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip in seguito alle indagini eseguite dagli stessi uomini dell’Arma, da tempo sulle tracce di un uomo che la sera dello scorso 3 settembre, armato di taglierino, aveva rapinato un bar di Borgolavezzaro e minacciato una donna in quel momento in servizio nel locale.

 

L’uomo aveva agito in prossimità dell’orario di chiusura dell’esercizio, mentre la dipendente era sola, impossessandosi di circa 500 euro in contanti, per poi allontanarsi velocemente in sella a una bicicletta.

Nel corso delle indagini i Carabinieri, dopo aver proceduto alla visione delle immagini di alcuni sistemi di videosorveglianza, finivano per restringere il cerchio dei sospettati e nel corso di un controllo presso l’abitazione di B.P., situata a circa 300 metri dal bar, sequestravano la bicicletta utilizzata per il “colpo” e l’abbigliamento indossato al momento della rapina.

B.P., da poco residente a Borgolavezzaro e già in passato resosi responsabile di fatti analoghi, si trova ora agli arresti domiciliari.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL