Ospedali Covid free, ma lieve aumento dei contagi: 152 positivi

Il sindaco Canelli: «Per la prima volta, dopo il calo sotto i 100 di inizio aprile, la curva ha ricominciato a salire leggermente a causa della variante Delta. Ma la situazione non è grave, la valutazione si basa sui ricoveri»

Ospedali Covid free, ma c’è un lieve aumento dei contagi in provincia di Novara. Lo riferisce il sindaco Alessandro Canelli, che ha fatto il punto della situazione nella sua consueta diretta social del venerdì.

Nella giornata di oggi al Santissima Trinità non risulta ricoverato nessun paziente affetto da Covid, 2 le persone ricoverate al Maggiore di Novara, ma nessuno in terapia intensiva. «Ma c’è un dato leggermente preoccupante – osserva Canelli – Tra fine marzo e inizio aprile era iniziata la discesa della curva dei contagi, fin sotto i 100 nella provincia di Novara, ma per la prima volta l’altro ieri la curva ha ricominciato a salire leggermente: la settimana scorsa erano 120, 140 il 14 luglio, ieri 150 e oggi risultano 152 i positivi. Niente di preoccupante, ma è un dato in controtendenza e di cui tenere conto. Peraltro in linea con altre regioni italiani, anche se qui i numeri sono più ridotti, a causa della variante Delta. Per capire la gravità della situazione la cosa più importante da tener presente è la conseguenza del contagio in termini di ricoveri».

Pressione ospedaliera che offre dati positivi anche a livello regionale: nella giornata di oggi in Piemonte risultano ricoverate 3 persone in terapia intensiva (una in meno di ieri) e 48 in altri reparti.

Nelle ultime 24 ore sono stati comunicati 115 nuovi casi di positività, 53 dei quali (pari al 46%) asintomatici. Le persone attualmente in isolamento domiciliare sono 869.

Leggi anche:

Contagi Covid in risalita, più lenti nel Novarese

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: