Contagi Covid in risalita, più lenti nel Novarese

Questo mese nuovi casi in aumento ma il Piemonte rallenta: tasso positività oggi allo 0.8% mentre in Italia è 1,3%. Nel Novarese oggi 7 nuovi casi e attualmente positivi saliti a 59 dopo il minimo di venerdì 9 (erano 42). Novara torna sopra 20 attualmente positivi. Negli ospedali situazione tranquilla con ricoveri ai minimi dell'anno. In luglio solo un decesso novarese e 3 in tutto il Piemonte

Da inizio luglio sono tornati a crescere i nuovi casi di Covid in Italia, ma nel Novarese e in Piemonte con minore intensità. Tuttavia continuano a diminuire i ricoverati in ospedale ed anche le persone decedute, dato che vede la nostra regione con soli 3 decessi in tutto luglio, di cui uno solo novarese.

Oggi, 15 luglio, i 2455 nuovi contagi (+302 su ieri) hanno fatto risalire il tasso di positività in Italia all’1,3% di nuovi casi positivi su tamponi fatti, dopo aver toccato il minimo dello 0,36% il 29 giugno. Il Piemonte è, tra le grandi regioni, quella con il minor tasso: oggi 0,5%, dopo aver toccato il minimo dello 0,12% il 2 luglio.

Il mese in corso segna infatti la ripresa dei contagi, dovuta essenzialmente al diffondersi della variante Delta, i cui primi sei casi sono stati rilevati anche su tamponi eseguiti a giovani novaresi di ritorno dall’estero.

La ripresa dei contagi sta anche facendo tornare ad innalzarsi il valore dell’incidenza (cioè il numero di nuovi casi nell’ultima settimana ogni 100mila abitanti), che è il valore base sul quale si decide il “colore” di ciascuna regione: sopra 50 si torna in giallo, cioè con limitazioni ad esempio a ristoranti, bar e luoghi di ritrovo, a meno di variazioni dei criteri da parte del governo. Oggi l’incidenza in Italia è salita a 19 (minino il 1° luglio a 8,6), ma in Piemonte solo a 8 (minima il 2 luglio a 4,4) e nel Novarese oggi è a 11 (peggior Provincia piemontese, ma in linea con i numeri ben maggiori della vicina Lombardia) dopo essere scesa fino al valore di 3,9 il 1° luglio.

I CONTAGI ODIERNI NEL NOVARESE

Oggi nel Novarese sono stati registrati 7 nuovi casi positivi, ieri erano 6 e martedì 9, mentre in Piemonte i nuovi casi sono stati 68, contro gli 84 di ieri e i 53 di martedì, ma a inizio mese i numeri erano ben inferiori. In salita anche le persone infette: oggi sono 59 nel Novarese (+6 su ieri), dato in continua crescita da inizio luglio (venerdì 9 si era scesi a 42) di cui 23 nel capoluogo (tornato sopra quota 20 dal 27 giugno). I Comuni “Covid free” restano tuttavia 66, miglior dato del 2021.

In Piemonte le persone attualmente positive sono 838, in costante crescita dal minimo di 697 del 9 luglio.

SITUAZIONE TRANQUILLA NEGLI OSPEDALI

Nonostante l’aumento di contagi la situazione resta tranquilla sul fronte dei ricoveri ospedalieri. Il Piemonte (che nelle fasi acute della pandemia è stato a lungo fra le regioni con i valori più critici) il tasso di occupazione dei posti letto ospedalieri è fra i migliori: 0,8% in area non critica e 0,6% in terapia intensiva. Attualmente le persone ospedalizzate per Covid sono scesi al minimo annuale di 53 (quasi un terzo di due settimane fa), di cui solo 4 in terapia intensiva.

All’ospedale Maggiore di Novara il reparto di terapia intensiva non ha più pazienti Covid dall’8 giugno e i ricoverati odierni sono 4, di cui 1 in terapia subintensiva, aggiuntosi oggi. Dati ai livelli di un anno fa. Punta massima dal 1° luglio: 8 ricoverati domenica 4. Nel corso del mese al Maggiore sono arrivati 8 nuovi pazienti Covid e si sono registrati 2 decessi, l’ultimo l’8 luglio: una signora di 72 anni.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Antonio Maio

Antonio Maio

Nato a Lecco il 26 febbraio 1957, vive a Novara dal 1966. È sposato e ha un figlio. Iscritto all'ordine dei giornalisti il 30 aprile 1986 ha svolto la professione quasi esclusivamente ai nove settimanali della Diocesi di Novara fino a diventarne direttore nel settembre 2005, carica mantenuta fino a tutto il 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni