Oleggio, scritte “No vax” su scuole e chiesa: «Indignati, scopriremo il colpevole»

Oleggio, scritte “No vax” sulle facciate della scuola e della chiesa e anche all’Asl. E’ stato scoperto questa mattina, sabato 5 dicembre, l’atto vandalico ai danni di diversi edifici cittadini.

Ad agire un “No vax” dati i chiari riferimenti nelle sue scritte. L’uomo però è stato ripreso dalle telecamere e i carabinieri e vigili hanno a disposizione alcuni elementi: bicicletta mountain bike nera, giaccone con cappuccio scuro, mascherina bianca. E si conosce anche il percorso che ha compiuto. «Siamo indignati, – dice il sindaco Andrea Baldassini – è un gesto che non ha bisogno di commenti. Avrei voluto evitare di pubblicizzare questa situazione ma qualcuno ha fatto circolare sui social l’accaduto parlando addirittura di libertà di pensiero. Non esiste proprio».

 

 

Chi ha agito potrebbe essere un uomo: «Dai video si nota molto bene che chi ha operato non è un ragazzino, non è una “bravata”.

E’ un adulto chi ha commesso un atto del genere». E non è la prima volta: «Era già accaduto venti giorni fa, – spiega il sindaco – crediamo sia la stessa persona, che aveva imbrattato i muri interni della scuola e avevamo ripulito subito tutto. Ora faremo il possibile per sistemare, ma è un problema: sono soldi del Comune, dei cittadini, si parla di migliaia di euro. Cercheremo di ripulire subito le scuole, aiuteremo la chiesa e gli altri edifici. Siamo davvero indignati, chiunque abbia notato qualcosa di strano lo segnali alle forze dell’ordine».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni