Nuovo ponte del Terdoppio, la Regione stanzia 700 mila euro

Sarà un Bailey di tipo militare con elementi modulari in ferro. Botta e risposta tra i consiglieri regionali Lanzo e Rossi

Nella variazione di bilancio approvata in Regione la scorsa settimana sono compresi anche 700 mila euro di finanziamento per il nuovo ponte del Terdoppio. Si tratta di un Bailey di tipo militare con elementi modulari in ferro.

«Abbiamo lavorato per riuscire a reperire i fondi necessari da destinare a un intervento importante per la sicurezza di tutti gli automobilisti che percorrono quel tratto di strada e quindi il ponte del Terdoppio – afferma il consigliere regionale della Lega, Riccardo Lanzo -. Un ponte provvisorio permette di alleggerire i problemi di traffico e di rallentamento della viabilità che si sono verificati in questi mesi e nello stesso tempo di progettare e realizzare la soluzione definitiva, in termini di funzionalità e sicurezza. Voglio ringraziare tutti i colleghi del consiglio regionale che hanno capito la richiesta e hanno approvato l’emendamento».

Un ponte che da provvisorio potrebbe diventare definitivo e che sarà posizionato a fianco di quello attuale, ormai destinato alla demolizione. Come aveva spiegato il consigliere ai Lavori Pubblici, Rocco Zoccali, durante il consiglio comunale del 7 novembre «un nuovo ponte potrebbe venire a costare tra un milione e 200 mila e un milione e mezzo di euro. Il Comune sta già provvedendo ad accantonare la cifra necessaria».

Plauso all’operazione di finanziamento anche da parte del consigliere regionale del Pd, Domenico Rossi, ma non senza qualche critica: «I 700mila euro assegnati a Novara sono una buona cosa. Il problema sono tutti gli altri interventi a pioggia contenuti nella variazione di bilancio. Mi chiedo se il consigliere Lanzo abbia la stessa onestà intellettuale e il coraggio di fare altrettanto. Il ponte novarese non può essere la foglia di fico utile a nascondere 6,6 milioni di euro che non rispondono a logiche istituzionali e di programmazione ma al solo consenso personale: la manutenzione del campo da calcio di Lagnasco per 370mila euro? L’abbattimento delle barriere architettoniche del bagno per i disabili della Pro Loco di Zubiena per 20mila euro? Il contributo per la riqualificazione del parcheggio del Comune di Borgomezzavalle per 100mila euro? Siamo di fronte ad un emendamento in cui alcuni stanziamenti positivi annegano in un mare di “mancette” dal retrogusto elettorale».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni