Nuovi disagi per chi viaggia in treno. E arriva la protesta dei pendolari

Una serie di lavori previsti nella stazione di Magenta (linea Torino – Milano) porterà a una diminuzione delle corse per chi è diretto a Porta Garibaldi, ma non nello scalo principale del capoluogo lombardo

Nuova estate, nuovi disagi per i pendolari che da Novara (ma anche dalla vicina Vercelli) devono raggiungere quotidianamente Milano. Dopo i problemi di dodici mesi fa, quando il deterioramento di un binario del “passante” tra le stazioni di Dateo e Porta Vittoria del capoluogo lombardo aveva provocato per diverse settimane la chiusura del tunnel utilizzato da TreNord nell’ambito della tratta S6 (Novara – Pioltello Limito – Treviglio), questa volta a causare una variazione negli orari – ma anche alla cancellazione di diverse corse – sono una serie di lavori di potenziamento infrastrutturale previsti nella stazione di Magenta.


Tanto Trenitalia quanto Rfi hanno reso noto sui rispettivi siti che gli interventi previsti nella stazione della prima località (per chi giunge da Novara) dopo il Ticino, riguardano il miglioramento dell’accessibilità della stazione di Magenta attraverso “l’innalzamento del marciapiede di servizio del primo e secondo binario (…) secondo uno standard europeo per garantire ai viaggiatori un più agevole accesso ai treni”. Di conseguenza, “per consentire gli interventi la circolazione ferroviaria subirà modifiche ad alcuni treni del trasporto regionale saranno cancellati”. Una novità introdotta da lunedì scorso, 24 luglio, giorno tra l’altro in cui il maltempo, che ha poi colpito il Novarese e la vicina metropoli nella nottata successiva, ha causato una momentanea chiusura del “passante”, con diverse corse soppresse o terminate allo scalo di Porta Garibaldi Superficie, e destinata a durare sino al prossimo 27 agosto.


Una situazione che ha provocato non pochi disappunti fra i pendolari, che accusano i gestori di non tenere conto delle esigenze dell’utenza, costringendo loro quasi a utilizzare unicamente i convogli – dove è in ogni caso è prevista la fermata anche a Magenta – con destinazione Milano Centrale. Per quanto riguarda la S6 del “passante”, TreNord si è affrettata a precisare che al momento l’unico treno a subire una variazione nel suo orario è il 24705, che sino al 27 agosto partirà da Novara alle 10,48 anziché alle 10,40, facendo registrare un conseguente ritardo nelle fermate di Trecate, Magenta, Corbetta – Santo Stefano Ticino, Vittuone – Arluno e Pregnana Milanese.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2024 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni

Nuovi disagi per chi viaggia in treno. E arriva la protesta dei pendolari