Non ancora vaccinato oltre il 20% dei novaresi, ma in Piemonte sono di più

I dati Asl Novara al 5 settembre. Almeno una dose al 79,3% dei novaresi, meglio dei piemontesi (75,8%) e della media italiana (77,2%). Tra le fasce d'età ultraottantenni i più coperti (90.6%) ma meno che in Piemonte (93%). Al contrario i novaresi più giovani (12-19 anni) con almeno una dose sono il 64,5% (in Piemonte 55,5%). Proseguono le vaccinazioni (in settembre 1.319 al giorno) e via alla terza dose: in due giorni 71, di cui 17 al Maggiore

Oltre il 20% dei novaresi non è vaccinato contro il Covid e nemmeno si è mosso per prenotare una prima somministrazione. Questa la fotografia “scattata” domenica 5 settembre dall’Asl Novara sulla partecipazione alla campagna vaccinale nei 76 comuni di sua competenza. Dai dati diffusi nei giorni scorsi emerge anche che i novaresi sono più vaccinati del resto dei piemontesi (e della media italiana) ma che la popolazione over 80 è meno protetta mentre è molto alta la percentuale di vaccinati tra i più giovani. Il Piemonte (dati del Governo) continua a risultare tra le Regioni italiane con minore copertura vaccinale.

I NON VACCINATI

Guadando al numero di chi non ha aderito alla campagna vaccinale va considerato come la rilevazione è precedente ai giorni del dibattito e dell’approvazione del green pass in tutti i luoghi di lavoro, che ha portato la scorsa settimana in Piemonte al raddoppio dei richiedenti la prima dose. Inoltre comprende chi non può vaccinarsi: i guariti da Covid negli ultimi sei mesi (circa 30mila persone nella nostra regione) e coloro hanno ottenuto l’esenzione perché portatori di particolari patologie (circa 6mila piemontesi).

Dai dati diffusi dall’Asl Novara le persone che non avevano ancora previsto di vaccinarsi al 5 settembre erano 61.554 cioè il 20,2% della popolazione vaccinabile valutata in 304.676 persone con 12 anni o più. I Comuni con meno persone intenzionate a vaccinarsi risultano Cavallirio (25,3%), Agrate Conturbia (25,2%), Pisano (25%), Nebbiuno (24,2%) e Ghemme (24%). Al contrario i cittadini più virtuosi abitano nei comuni di Mandello Vitta (11,6%), Cressa (13,2%), Briona (13,4%), Garbagna (14,8%) e Caltignaga (14,9%).  E se Novara peggiora la media (20,6%) il Distretto Sud dell’Asl si mostra più virtuoso con il 19,6% di non interessati al vaccino, quale media dei 30 comuni.

Complessivamente Il Novarese si rivela con più propensione alle vaccinazioni rispetto al resto del Piemonte: le persone ad aver ricevuto almeno una dose nell’Asl No al 5 settembre erano 241.607, cioè il 79,3% della popolazione vaccinabile, contro un dato regionale del 75,8% e quello nazionale del 77,2%. A Novara città il 78,7%. Si tenga conto che questi numeri non comprendono i vaccinati all’Ospedale Maggiore, in gran parte sanitari e fragili.

VACCINAZIONI PER FASCE D’ETA’

Tra i vaccinati con almeno una dose la fascia più protetta è quella degli ultraottantenni, ma nel Novarese sono coperti il 90,6% (nel capoluogo l’89,7%) mentre la media piemontese è al 93% e quella italiana al 92,6%. Situazione migliore per le fasce di età 70-79 anni con l’89,7% di novaresi vaccinati, (nel capoluogo 88,2%) contro l’85,2% piemontese e l’l’88,4% nazionale. Analogamente le persone tra i 60 e i 69 anni: 85,4% tra i novaresi, 80,9% tra i piemontesi e 83,1% media nazionale. Al contrario il 64,5% dei ragazzi novaresi tra 12 e 19 anni (62,7% a Novara città) ha ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre in Piemonte il dato scende al 55,5% e la media nazionale è del 59,2%. Se invece si guarda al completamento della vaccinazione il 30% dei ragazzi novaresi ha ricevuto la seconda dose, contro una media piemontese del 26,2%.

I più giovani restano comunque la fascia meno coperta (hanno iniziato a vaccinarsi per ultimi), seguita da quella 30-39 anni (con almeno una dose il 69,9% nel Novarese, in linea con i dati piemontesi e nazionali) e quindi da quella 20-29 anni (73,5% nel Novarese, 75,1% in Piemonte e 75,3% in Italia).

Tra i comuni novaresi nella fascia dei più giovani il maggior ritardo è a Lesa (47,2% non vaccinati nella fascia 12-19 anni) contrariamente a Tornaco dove ha avuto almeno una dose il 47,4%. Nella popolazione più anziana a San Nazzaro Sesia è senza copertura il 25,4% degli over 80, al contrario di Cavaglietto dove il 97,4% ha concluso il ciclo.

VACCINAZIONI, AVVIATA TERZA DOSE

Intanto proseguono le vaccinazioni nei diversi centri vaccinali dell’Asl Novara. Dal 1° al 21 settembre sono state somministrate 27.693 dosi (media giornaliera: 1.319), di cui 10.221 come prima iniezione e 17.441 come seconda. Dal 20 settembre vi sono state anche 54 somministrazioni di vaccino come terza dose. All’Ospedale Maggiore tra 20 e 21 settembre effettuate 54 somminstrazioni complessive, di cui 17 come terza dose.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Antonio Maio

Antonio Maio

Nato a Lecco il 26 febbraio 1957, vive a Novara dal 1966. È sposato e ha un figlio. Iscritto all'ordine dei giornalisti il 30 aprile 1986 ha svolto la professione quasi esclusivamente ai nove settimanali della Diocesi di Novara fino a diventarne direttore nel settembre 2005, carica mantenuta fino a tutto il 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni