Luna Park al via: «Per noi è come ripartire da dove eravamo rimasti»

Domani, venerdì 22 ottobre, alle 17 si alza il sipario. All'ingresso controlli Green Pass a campione: «C'è chi mi ha scritto dicendomi di vergognarmi – racconta il responsabile Roberto Claudi - ma questa è la legge»

Luna Park al via: «Per noi Novara è una piazza importante e sarà come ripartire da dove eravamo rimasti». Roberto Claudi (al centro nella foto), responsabile del Luna park delle streghe, lo dice con un pizzico di emozione, a 24 ore dall’apertura del parco divertimenti di viale Kennedy. L’anno scorso, infatti, il luna park venne inaugurato il 23 ottobre, ma una decina di giorni dopo sarebbe entrata in vigore la “zona rossa”, a causa del progressivo aumento dei contagi da Covid. L’intero settore è rimasto fermo per mesi: «Abbiamo ripreso da giugno, qualche sindaco del novarese aveva preferito annullare le giostre nelle feste patronali (leggi qui) ma per fortuna siamo riusciti a lavorare altrove».

Domani – venerdì 22 ottobre – alle 17 si alza il sipario con accesso alle 65 attrazioni presenti a un euro, per la giornata inaugurale. All’ingresso saranno effettuati controlli a campione sul possesso del Green Pass. Una novità che non è piaciuta a tutti: «Nei giorni scorsi ho ricevuto messaggi da persone che mi hanno detto di vergognarmi e che siamo dei pecoroni – spiega Claudi – ma noi non facciamo altro che applicare la legge. Penso che il Green Pass sia davvero uno strumento utile per la riapertura, quindi ben venga. Lasciamo perdere ciò che pensa solo una minoranza».

Cosa significa “controlli a campione”? Come vi siete organizzati?
«All’ingresso ci sarà del personale addetto ai controlli e cercheremo di farne il più possibile – risponde Claudi – Gli addetti saranno presenti anche all’interno del luna park, per intervenire in caso di momenti di “agitazione” da parte dei ragazzi». L’anno scorso, infatti, nel primo e unico week end di attività del luna park si registrò una rissa.

Il Luna Park delle Streghe si fermerà in città fino al 14 novembre. Ogni domenica, dalle 10,30 alle 13, le giostre saranno accessibili a un euro. E «per la serata di Halloween avremo una serie di intrattenimenti a tema per grandi e piccini, come il mangiafuoco. È una serata speciale e bellissima con tutte le persone mascherate, a cui teniamo molto. Non a caso il parco è intitolato alle streghe».

Tutto pronto, quindi, per un po’ di divertimento al ritmo di «giù il gettone»?

«Certo che sì. Abbiamo anche in programma il consueto appuntamento con la giornata “Il sorriso è di tutti”, riservata ai ragazzi delle associazioni del territorio, che potranno accedere gratuitamente ai divertimenti del parco. La data non è ancora stata definita, perché quest’anno abbiamo davvero dovuto lavorare di corsa, ma la annunceremo a breve sui nostri canali social Facebook e Instagram. Le associazioni possono già iniziare a contattarci all’indirizzo lunaparkdellestreghe@gmail.com segnalandoci il numero dei ragazzi che intendono portare e gli accompagnatori», conclude.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Ferrara

Elena Ferrara

Nata a Novara, diplomata al liceo scientifico Antonelli, si è poi laureata in Scienze della Comunicazione multimediale all'Università degli studi di Torino. Iscritta all'albo dei giornalisti pubblicisti dal 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni