L’appello delle minoranze consigliari: «L’attività amministrativa deve riprendere»

L’appello delle minoranze consigliari: «L’attività amministrativa deve riprendere». Una convocazione urgente del consiglio comunale. Lo hanno formalmente chiesto le minoranze presenti sui banchi di Palazzo Cabrino, Partito democratico e Movimento 5 Stelle, in un documento sottoscritto da tutti i componenti i due gruppi.

«Riteniamo importante – spiega il capogruppo dei dem Rossano Pirovano – che da questo punto di vista l’attività politico amministrativa possa in qualche modo riprendere, perché ormai ferma da due mesi in seguito all’emergenza covid. Finora abbiamo cercato di offrire la massima collaborazione e disponibilità all’amministrazione, però vogliamo avere chiarezza su quelli che dovranno essere i prossimi passaggi. E’ vero che abbiamo avuto modo di tenere una capigruppo a distanza, ma si è trattata unicamente di una informativa da parte del sindaco o poco più».

 

 

Sul tavolo diverse le questioni, cominciando da un quadro generale in città dal punto di vista sanitario sino «alla situazione delle Rsa. Fino a non poco tempo fa  – prosegue Pirovano – ci era stata data la più ampia rassicurazione, mentre ora scopriamo dell’esistenza di gravi problemi, a cominciare dall’Istituto De Pagave, che stanno coinvolgendo gli anziani ospiti ma anche il personale».

Infine «vogliamo capire come potrà essere gestita la cosiddetta fase 2. Ci sarà tutta una partita da gestire, dalle scuole alle attività sportive, dal distanziamento sui messi pubblici alla prosecuzione dell’attività lavorativa smart fino alle imposte comunali, perché siamo convinti che molte attività avranno ancora diversi problemi».

Analogamente dovrebbe riprendere anche l’attività di Palazzo Natta. Nella mattinata di lunedì è prevista una riunione della commissione provinciale Bilancio, ma la carne al fuoco non dovrebbe mancare anche per quanto riguarda l’emergenza covid. Il gruppo di minoranza “La Provincia in Comune” ha infatti presentato un’interrogazione sulla situazione dei contagi nelle Rsa.

«È stato redatto – dice la consigliera Emanuela Allegra – un protocollo d’intesa fra l’Unità di crisi della Regione Piemonte, Prefetture, Città Metropolitana e Province riguardanti indicazioni operative sull’assistenza territoriale e nelle strutture assistenziali e socio sanitarie come le Rsa che prevede l’istituzione di un’apposita cabina di regia. Vogliamo, dunque, sapere se la cosa è stata resa operativa anche da parte del nostro ente Provincia, visto che si tratta di una delle poche competenze specificatamente in capo ad essa».

 

 

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: