Intitolata ad Alessandro Giordano una rotatoria nel “suo” quartiere

Questa mattina da parte del sindaco Canelli alla presenza dei familiari. Preside della scuola Pier Lombardo ed esponente politico di rilievo, fu tra l'altro presidente provinciale dell'Azione cattolica, segretario locale della Dc, parlamentare e commissario dell'Usl 51

Una rotatoria fra corso Vercelli, viale Papa Giovanni XXIII e piazza Marthin Luther King, nel cuore del quartiere Ovest, porta da stamattina, sabato 17 dicembre, il nome di Alessandro Giordano. Lo scoprimento della targa è stato effettuato dal sindaco Alessandro Canelli alla presenza dei familiari e amici, fra cui Luigi Stangalini, storico esponente di quello che fu il Consiglio circoscrizionale della zona San Paolo – Agogna, oltre al nipote Massimo, ex primo cittadino.


Alessandro Giordano è stato un elemento di spicco della Democrazia Cristiana locale ai tempi della cosiddetta “prima Repubblica”. Presidente provinciale dell’Azione cattolica, a livello politico fu segretario novarese dello “scudeo crociato” e consigliere comunale. Eletto deputato nel 1968, venne riconfermato a Montecitorio anche nelle elezioni del 1972 e del 1976. Tanti però lo ricordano soprattutto come insegnante alla scuola media Pier Lombardo, della quale fu anche preside. Di rilievo anche un suo incarico per diversi anni nella gestione dell’ospedale attraverso l’Usl 51.


«Oggi siamo qui – ha detto il sindaco Alessandro Canelli – grazie all’iniziativa di Luigi Stangalini, perchè è partita da lui la proposta di dedicare uno spazio cittadino ad Alessandro Giordano, che a stasto un pezzo importante della vita politica novarese. Abbiamo scelto questo posto perché vicino alla casa dove ha abitato con la famiglia per tanti anni e ci sembrava giusto ricordarlo nel “suo” quartiere. Una persona attiva, che ha cresciuto tanti politici, ma chè è stato anche un importante insegnante».


Luigi Stangalini di Giordano ha ricordato «la persona onesta, serie e disponibile con tutti», mentre la figlia Cristiana, a nome delle sorelle Paola, Antonella e Romana, insieme alla madre Rosanna Colonna, ha espresso anche lei «la gratidudine per questo ricordo di papà nel “suo” quartiere».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni