Arona, aggiornamento (14 su 15 sez.), Federico Monti (Lega-Civica) virtualmente sindaco con 4053 voti (64,32%) davanti a Massimo Tosi (Arona Domani) con 1435 voti (22,77%)
22 settembre 12:36
Bogogno, Pietro Sacco (Bogogno Futura) sindaco con 413 voti (53,29%) davanti a Michele Conti (Viviamo Bogogno) con 362 voti (46,71%)
22 settembre 12:33
Bogogno, Pietro Sacco (Bogogno Futura) è il nuovo sindaco
22 settembre 12:32
Bogogno, Bogogno Futura di Pietro Sacco ha 7 consiglieri; Viviamo Bogogno 3
22 settembre 12:41
Invorio, Flavio Pelizzoni (Insieme per Invorio e frazioni) con 1267 voti (50,74%) supera per 37 consensi l’uscente Roberto Del Conte (Noi Invoriesi) con 1230 voti (49,26%)
22 settembre 12:26
Invorio, Insieme per Invorio e frazioni di Flavio Pelizzoni ha 8 consiglieri; Noi Invoriesi 4
22 settembre 12:41
Vinzaglio, Giuseppe Olivero (Civica Per Vinzaglio) sindaco con 226 voti (64,2%) davanti a Gian Mauro Paderno (Rinnovamento e sviluppo) con 121 voti (34,38%)
22 settembre 12:29
Vinzaglio, Civica Per Vinzaglio di Giuseppe Olivero ha 7 consiglieri; Rinnovamento e sviluppo 3, le liste P. Valore Umano e Forza Nuova nessuno
22 settembre 12:40
Vinzaglio, Giuseppe Olivero (Civica Per Vinzaglio) confermato nuovo sindaco
22 settembre 12:23
Invorio, Flavio Pelizzoni (Insieme per Invorio e frazioni) è il nuovo sindaco
22 settembre 12:21
Arona, altri candidati (12 su 15 sez.): Luca Brianti (FdI-Autonom.-Civiche) 8,41%, Carlo Intelisano (Lago della Bilancia) 3,34% e Francesco Tognon (Forza Nuova) 0,79%
22 settembre 12:15
Vaprio, Nuovi Orizzonti di Silvano Mellone ha 7 consiglieri; Insieme per Vaprio 3
22 settembre 12:03
Garbagna, Progetto Garbagna di Fabiano Trevisan ha 7 consiglieri; Rivivere Garbagna 3
22 settembre 12:02
Vaprio, Silvano Mellone (Nuovi Orizzonti) sindaco con 357 voti (59,11%) davanti a Giovanni Righini (Insieme per Vaprio) con 247 voti (40,89%)
22 settembre 11:52
Garbagna, Fabiano Trevisan (Progetto Garbagna) eletto sindaco con 479 voti (60,71%) davanti a Antonino Ferrera (Rivivere Garbagna) con 310 voti (39,29%)
22 settembre 11:43


Cronaca In città

Inizia la scuola, montata la tensostruttura nel cortile della Bottacchi

Insieme alla Giovanni XXIII è la scuola più interessata dagli interventi. Intanto il sindaco ha firmato l'ordinanza per l'obbligo di mascherine nelle vicinanze delle scuole

A differenza della maggior parte delle scuole di competenza comunale (infanzia, primaria, secondaria di primo grado) che non sono state interessate da lavori di adeguamento alle norme anti Covid, alla Bottacchi e alla Giovanni XXIII è stato necessario provvedere con interventi importanti.

Nella giornata di ieri, infatti, nel cortile della Bottacchi sono iniziati i lavori per il montaggio della nuova tensostruttura che sarà pronta per lunedì e c he servirà come palestra e due aule: «I lavori non sono ancora terminati – spiega l’assessore all’Istruzione Valentina Graziosi -. Diventerà una struttura a norma che permette di liberare gli spazi interni, refettorio e palestra, per poterle utilizzare come aule. La Bottacchi per i primi giorni farà un orario ridotto con uscita prima del pranzo motivo pe il quale non si è reso necessario avere subito disponibili i locali per la mensa».

Alla Giovanni XXIII, invece, in attesa della tensostruttura che servirà per il refettorio, sono in fase di montaggio le pareti mobili «contemporaneamente la parete di un’aula è stata spostata – prosegue Graziosi – e abbiamo recuperato un altro uno spazio nell’oratorio adiacente. Nelle altre scuole della città si è riusciti a recuperare le aree interne in alcuni casi sistemando paratie e pareti mobili».

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

xxx

Intanto il sindaco Alessandro Canelli ha firmato questa mattina l’ordinanza con la quale è obbligatorio nelle aree adiacenti le scuole di ogni ordine e grado evitare assembramenti e indossare la mascherina in coincidenza con gli orari di ingresso e uscita degli studenti.

«La nostra ordinanza fa seguito anche a quella regionale, ma confidiamo soprattutto nel rispetto di regole a cui peraltro ci stiamo attenendo da qualche mese – spiega Canelli –. L’inizio delle scuole, dopo un lungo lockdown, comporterà necessariamente un afflusso di persone sostenuto. Le scuole hanno già provveduto a creare percorsi specifici distribuendo ingressi ed uscite su fasce orarie, ma è importante evitare assembramenti anche all’esterno degli istituti e indossare sempre la mascherina. L’appello che voglio lanciare in questo momento è quello di collaborare, con buonsenso e attenzione, per evitare di mettere a rischio la salute nostra e dei nostri ragazzi che finalmente, dopo tanto tempo, torneranno sui banchi di scuola insieme ai loro insegnanti e ai loro compagni».

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati