Fasulo (Cgil): «La colpa è anche di una certa politica che non ha mai preso le distanze»

Il segretario ha partecipato con gli altri sindacati alla manifestazione in piazza Gramsci: «Livelli preoccupanti rispetto a rigurgiti fascisti e nazisti in questo Paese»

Ieri sera, 2 novembre, in piazza Gramsci a manifestare contro il corteo di sabato organizzato dai No Pass che evoca i deportati nei lager, oltre a Comunità Ebrica, Sant’Egidio, amministratori locali, Pd e Anpi c’erano anche i sindacati a portare al loro solidarietà.

«Manifestiamo il nostro sdegno, la nostra inquietudine di fronte a quello che è accaduto – ha commentato il segretario provinciale di Cgil Novara e Vco, Attilio Fasulo -. Manifestare si deve, ma bisogna avere correttezza nei linguaggi e nei toni. La modalità che abbiamo visto sabato non ha cittadinanza, gli accostamenti fatti siano allucinanti. Penso, inoltre, che ci siano livelli preoccupanti rispetto a rigurgiti fascisti e nazisti in questo Paese come i fatti di Predappio dei giorni giorni scorsi a l’aggressione omofoba di oggi a Faenza. Tutti aspetti di una società che si imbarbarisce progressivamente per i quali la società civile deve reagir e tutte le organizzazioni democratiche progressiste devono costituire un argine.

Nella giornata di ieri l’organizzatrice del corte, Giusy Pace, è stata allontanata dall’ospedale Maggiore dove lavorare come infermiera dopo già essere stata sospesa dal suo ruolo di sindacalista Fsi-Usae. «Chi doveva vigilare ha applicato le norme che vanno applicate in queste situazioni, ma sarebbe riduttivo se fosse solo la sindacalista a “pagare” ha aggiunto Fasulo -. Sono mesi che queste manifestazioni continuano e che parecchie persone, seppur una minoranza, aderiscono, anche se sono minoranza. La colpa è anche di una certa politica che ha lisciato il pelo al lupo e non ha preso le distanze in tempo da questi atteggiamenti».

Leggi anche

In 300 in piazza per manifestare contro il corteo di sabato. «I No Pass devono chiedere scusa alla Comunità Ebraica»

«Chi ha manifestato così è senza cervello e senza memoria» – La Voce Novara e Laghi (lavocedinovara.com)

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Una risposta

  1. Non e giusto che paghi solo organizzatrice del corteo lo dovrebbero estendere a tutti quelli che erano li con lei .io sono un lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni