Emergenza idrica, i sindaci del Medio si uniscono e propongono una mozione in consiglio

Sono 11 Comuni. L'annuncio era stato fatto a fine giugno dal primo cittadino di Suno

Il sindaco di Suno, Riccardo Giuliani, l’aveva annunciato a fine giugno e ora l’ha messo nero su bianco. Insieme ai colleghi di Cavaglietto, Cavaglio D’Agogna, Oleggio Castello, Cressa, Cureggio, Gattico-Veruno, Fontaneto d’Agogna, Varallo Pombia, Vaprio e Bogogno ha proposto un atto di indirizzo “congiunto” da presentare in consiglio comunale per far fronte all’emergenza idrica.

«Si pianifichi e realizzi un piano di interventi urgenti sulla rete idrica al fine di eliminare le perdite – si legge nel testo della mozione -. Sia data informazione chiara e puntuale sulla situazione attuale relativa alle perdite, sul consuntivo di tutti gli interventi in atto e sul cronoprogramma degli interventi con tempi certi.

«Riteniamo che la decisione di fare squadra e condividere un’azione comune sia l’unica possibile per aprire un dialogo efficace e costruttivo con il gestore – dichiarano congiuntamente i primi cittadini degli undici Comuni -. In questo senso ci appelliamo e allarghiamo l’iniziativa a tutti i sindaci interessati da analoghi problemi».

Leggi anche

Piemonte, 486 milioni di euro per le perdite idriche. L’assessore Marnati: «Un Piano Marshall per l’acqua»

Crisi idrica in Piemonte, Rossi (Pd): «Serve un cronoprogramma degli interventi. La Lega superi il negazionismo climatico»

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL