Covid, focolaio nella Rsa di Meina: positivi più della metà degli ospiti

Focolaio alla casa di riposo di Meina: 31 i pazienti risultati positivi. A darne notizia è il sindaco Fabrizio Barbieri. «Ne ho ricevuto informazione domenica mattina, dei 31 pazienti, 6 sono stati trasferiti al Dea di Borgomanero» ha detto il primo cittadino.

«Alcuni pazienti sono stati trasferiti nelle autorizzate all’assistenza Covid in modo di alleggerire il carico sulla casa di riposo, dove è stato creato un reparto di circa venti letti per isolare i pazienti positivi. I negativi erano già stati isolati.
In generale le condizioni dei pazienti sono buone, come confermato dall’equipe dell’Usca».

Positivi anche alcuni operatori: «Sono 17, dei quali 7 residenti a Meina, che sono già stati posti sotto il tracciamento del servizio sanitario. Anche in questo caso, – ha detto Barbieri – con le regole di comportamento previste dalla normativa in vigore, non ci sono motivi di allarmismo, in quanto i soggetti positivi vengono presi in carico dal servizio sanitario SISP, come già avveniva durante la prima ondata di questa primavera. In questo momento i tabulati ufficiali del Csi riportano a Meina 10 soggetti positivi tutti ricoverati in strutture ospedaliere o RSA autorizzate Covid, e solo uno in quarantena a casa in scadenza 23/10. La situazione non è quindi emergenziale, ma circoscritta».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni