Coronavirus, dimessa una donna di 101 anni. Ma non calano i decessi in Piemonte

Coronavirus, dimessa una donna di 101 anni. Si tratta di una paziente che era stata sottoposta a un intervento ortopedico all’ospedale Maggiore di Novara e poi risultata positiva al test sul coronavirus. Le sue condizioni sono migliorate e nella giornata di oggi è stata trasferita nella struttura sanitaria di Veruno.

Le persone ricoverate sono 142: 63 di Novara, 68 della provincia, 7 del Piemonte e 4 di fuori regione; nessun nuovo ricovero in rianimazione.

Sono, invece, quattro i decessi registrati tra ieri e oggi. Non calano quelli a livelli regionale che oggi segnano un +95.

 

[the_ad id=”62649″]

 

Il totale dei positivi è di 18.446 (+673 rispetto a ieri): 2.464 in provincia di Alessandria, 905 in provincia di Asti, 717 in provincia di Biella, 1.800 in provincia di Cuneo, 1.747 in provincia di Novara, 8.753 in provincia di Torino, 850 in provincia di Vercelli, 906 nel Verbano-Cusio-Ossola, 210 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 94 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

Il mumero dei guariti sale, invece, a 1.628 (155 in più di ieri): 112 (+27) in provincia di Alessandria, 79 (+6) in provincia di Asti, 87 (+5) in provincia di Biella, 163 (+16) in provincia di Cuneo, 109 (+7) in provincia di Novara, 869 (+77) in provincia di Torino, 94 (+3) in provincia di Vercelli, 90 (+12) nel Verbano-Cusio-Ossola, 25 provenienti da altre regioni (+2).

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni