Cisl: «ritardi per gli ammortizzatori sociali, famiglie in crisi»

Ci sono ancora molti lavoratori in attesa del pagamento degli ammortizzatori sociali da parte dell’Inps; una situazione che, a mesi ormai dalla cessazione dell’ultima entrata, sta creando non poche difficoltà economiche a molte famiglie, alcune delle quali monoreddito.

«Le addette alla mensa dei plessi scolastici di Varallo Pombia – dice Mattia Rago della Fisascat Cisl – ad ora hanno percepito la retribuzione del mese di febbraio e attendono ancora quelle successive da parte dell’Inps».

 

 

«L’ultimo stipendio a marzo, relativo al mese di febbraio, poi più niente. Non ho un affitto da pagare, fortunatamente ho un tetto sulla testa, ma il mio stipendio è l’unica entrata che arriva in famiglia – racconta una di loro  – Far quadrare i conti diventa veramente difficile perché, se anche non hai l’affitto da pagare, ci sono comunque le bollette e la spesa. Cerchi di risparmiare su tutto ma su alcune cose non si può». E a questa situazione contingente si assomma anche il timore e l’incertezza per il futuro. «Non so neanche se riprenderemo, e come, il lavoro a settembre».

Ma non c’è solo la categoria della ristorazione;  «i dipendenti della società che gestisce il servizio di portierato all’università – commenta infatti Rago –  già in tempi normali avevano avuto problemi per percepire gli stipendi – tra l’altro ad oggi avanzano delle mensilità – ora si trovano in questa situazione. Non dimentichiamo poi i lavoratori dei negozi di abbigliamento, i parrucchieri, le agenzie, le discoteche che attendono gli ammortizzatori».

«Naturalmente comprendo la difficoltà economica che le attività stanno affrontando ma credo che dovremmo sederci a un tavolo, con tutte le parti, e trovare soluzioni costruttive. Per quanto ci riguarda, noi della Fisascat Cisl ci rendiamo disponibili ad improntare un discorso costruttivo con le imprese per poter ricominciare tutti insieme».

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni