Casa Bossi chiude i battenti. Ultimo atto con la demolizione della mostra “Wood Arc”

L'addio è stato dato venerdì scorso con la Cerimonia del compasso. Questa sera è in programma la distruzione delle installazioni realizzate da Raffaele Salvoldi

Casa Bossi chiude i battenti e si appresta a diventare un cantiere dando inizio al lungo iter di lavori che porteranno alla riqualificazione. L’addio è stato dato venerdì 23 settembre nel corso del convegno dedicato al progetto “Io ti amo Alessandro Antonelli”: un contenitore di laboratori che hanno avuto lo scopo di valorizzare la figura del grande architetto novarese, autore anche della Cupola di San Gaudenzio, della Mole di Torino e di Casa Bossi stessa, recuperando l’eredità culturale attraverso un percorso che dal territorio si apre a livello nazionale e internazionale.

Durante la serata di venerdì si svolta la Cerimonia del compasso, ovvero il passaggio di consegne tra il Comitato d’Amore per Casa Bossi e l’Ordine degli architetti Ppc Novara e Vco: è stato il presidente del Comitato, Roberto Tognetti, a consegnare nelle mani della sua omologa dell’Ordine, Lucia Ferraris, un compasso, strumento indispensabile nel lavoro di Antonelli – che richiama la Sala del compassp sulla Cupola – a testimonianza della continuità del lavoro svolto finora e di quello che proseguirà nel futuro guardando a un Centro studi antonelliano.

Il passaggio di consegne tra il Comitato e l’Ordine

Ma l’atto che segna la chiusura definitiva, almeno di questa fase, è in programma questa sera, venerdì 30 settembre, alle 19 con la demolizione della mostra “Wood Arc” curata dall’artista Raffaele Salvoldi al primo piano della residenza ottocentesca: strutture monumentali che richiamano le opere di Alessandro Antonelli realizzate con migliaia di mattoncini di legno tenuti insieme dalla gravità, senza alcun collante o incastro, e che saranno distrutte nel corso della serata.

Una delle installazioni

Leggi anche

Le Notti di Cabiria mettono in scena “Romeo e Giulietta Opera Ibrida”

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni