Cameri, con “Una bici contro il fascismo” si concludono le iniziative per il 25 aprile

Si chiude venerdì 13 maggio in Biblioteca anche la mostra sulla bicicletta nella Resistenza. ​ Rinviata all’8 maggio l’escursione del CAI Cameri Sui sentieri della Resistenza.

Venerdì prossimo 13 maggio, alle ore 21 in Biblioteca civica a Cameri, Sala lettura, Alberto Toscano presenterà il suo libro Gino Bartali. Una bici contro il fascismo (Baldini+Castoldi) a conclusione delle iniziative organizzate per il 25 aprile dall’Assessorato alla Cultura e la Commissione Biblioteca. Alberto Toscano analizza la figura del leggendario ciclista Gino Bartali, vincitore di tre Giri d’Italia e due Tour de France, a partire da tutti gli aspetti del suo essere: l’uomo, lo sportivo, il credente, il marito fedele “di due mogli” (la sua bicicletta da corsa e quella in carne e ossa, Adriana), l’antifascista, l’anima controversa e schiva lacerata dalla morte prematura del fratello Giulio. L’incontro, moderato da Federica Mingozzi, è realizzato con la collaborazione della Libreria Feltrinelli Point di Arona. 

La presentazione del libro Gino Bartali. Una bici contro il fascismo coincide con la chiusura della mostra La bicicletta nella Resistenza (visitabile negli orari di apertura della Biblioteca, in Sala mostre). 

È stata rinviata a domenica 8 maggio, causa maltempo, l’escursione organizzata dal CAI di Cameri Sui sentieri della Resistenza. Da Cannero a Promè di Trarego ricordando la Volante Cucciolo, con commemorazione storica dell’eccidio presso il Memoriale a cura di Gianmaria Ottolini della Casa della Resistenza e, se possibile, la visita alla grotta in cui si rifugiò Nino Chiovini. Partenza alle ore 7:15 dal piazzale “ex Coop” di via Novara a Cameri; si raccolgono le richieste di adesione presso la sede del CAI in via Novara 20 il venerdì sera (per informazioni: info@caicameri.it).  

 

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL