Novara FC, decice un rigore di Gonzalez al 98′. Risulati di Rg Ticino e Gozzano

Sofferta ma fortissimamente voluta la sesta vittoria esterna, il diciottesimo successo in ventotto giornate, ottenuto dal Novara allo stadio “Chittolina” di Vado Ligure. Tre punti di fondamentale importanza per gli azzurri, che dopo il Covid ritrovavano anche il tecnico Marco Marchionni in panchina. E’ servito un recupero extra time, che ha fatto saltare i nervi ai padroni di casa, per piegare i rossoblù allenati da Matteo Solari. Dopo un primo tempo nel quale il bomber Vuthaj ha colpito un palo di testa, nella ripresa, sono state di Paglino e Di Masi le occasioni più nitide, ma il Novara ha peccato di precisione nei sedici metri finali. Sino a quando per un fallo di Turone in area su Vaccari, l’arbitro non ha avuto esitazione nell’indicare il dischetto del rigore. Ci ha pensato capitan Gonzalez, al sesto centro in questo campionato, terzo dagli undici metri, a decidre un match ad alto coefficiente di difficoltà, che il Novara ha però dimostrato di credere di poter vincere.

Ora una domenica di sosta, per consentire alla Rappresentativa U18 della Serie D di partecipare alla Viareggio Cup. La ripresa, domenica 27 marzo, alle ore 15, vedrà la compagine del presidente Massimo Ferranti ospitare al “Piola” l’immediata inseguitrice Sanremese, che ha piegato il Chieri (1-0) con una rete dell’esperto difensore Nossa, al secondo centro in poche gare coi matuziani, che restano a -6 dal Novara, quando mancamo dieci giornate al termine del campionato, che ha visto il Varese cadere a Genova col Ligorna (3-1), il Derthona non andare oltre un deludente pareggio col fanalino di coda Saluzzo (0-0). Per il ritorno nei professionisti, è rimasta solo la Sanremese del tecnico più giovane in Italia dalla Serie A alla serie D, il trentaduenne bergamasco Matteo Andreoletti.

VADO-NOVARA 0-1
VADO (4-2-3-1): Ghizzardi 6.5; Tinti 6, De Bode 6.5, Brero 6.5, Casazza 7; Cenci 6 (47’ st Nicoletti sv), Cattaneo 6.5; Lazzaretti 6 (27’ st Galvanio 6), Capra 6, Anselmo 7 (50’ st Napolitano sv); Aperi 6.5 (44’ st Turone sv). A disp. Venturino, Fontana, Bonanni, Lagorio, Quarta. All. Solari. All. Solari 6.
NOVARA (3-4-1-2): Raspa 6; Benassi 6, Bonaccorsi 6 (23’ st Bergamelli 6), Vimercati 6 (46’ st Diop sv); Paglino 6.5, Capano 6.5, Tentoni 6.5, Di Masi 6.5; Laaribi 6 (15’ st Pereira 6); Gonzalez 7, Vuthaj 6.5. A disp. Desjardins, Pagliai, Di Munno, Agostinone, Rocchetti, Gymah. All. Marchionni.
ARBITRO: Marin di Portogruaro 5.
MARCATORE: st 54’ rig. Gonzalez.
NOTE: Spettatori 600 con rappresentanza novarese. Espulsi: st 42’ st Tinti, 48′ l’allenatore Solari. Ammoniti: De Bode, Bonaccorsi, Casazza, Capano. Angoli: 2-6. Recupero: pt 2’, st 9’.

PREZIOSO PARI PER IL GOZZANO CON LA CARONNESE
Giornata senza reti per le altre due novaresi. A Caronno Pertusella il Gozzano si accontenta di uno 0-0 prezioso che lascia i lombardi a due lunghezze di distanza e con il vantaggio negli scontri diretti. La politica dei piccoli passi sembra dare ragione ai cusiani: è passato un altro turno e la distanza sulla zona playout è sempre di cinque punti. Senza acuti il match giocato in terra lombarda: per l’occasione Schettino ha proposto la difesa a tre grazie al rientro di Ciappellano e la squadra è tornata a concedere il minimo sindacale agli avversari. Da registrare solo una bordata di Vernocchi respinta da Vagge ad inizio ripresa, mentre in attacco il Gozzano è apparso troppo spuntato e senza alternative di qualità. La pausa del campionato arriva nel momento propizio per provare a recuperare qualche infortunato.

CARONNESE-GOZZANO 0-0
CARONNESE (3-5-2): Angelina 6; Lazzaroni 6.5, Arpino 6.5, Cosentino 6; Putzolu 6.5, F. Esposito 5 (8’ st Rocco 5.5), Vernocchi 6.5, Diatta 5.5 (8’ st Coghetto 6.5), De Lucca 6; R. Esposito 5.5, Santi 5 (21’ st Corno 5.5). A disp.: Ansaldi, Galletti, Zeroli, Cretti, Folla, Sardo. All.: Scalise 6.
GOZZANO (3-4-3): Vagge 6.5; Bane 6, Ciappellano 6.5, Montesano 6.5; Di Giovanni 5.5, Pennati 5.5, Castelletto 6, Nicastri 5.5 (32’ st Costanzo ng); Cozzari 6, Gassama 5 (18’ st Gemelli 6), Sangiorgio 6.5. A disp.: Barlocco, Peradotto, Italiano, Molinari, Kouadio, Rao, Paoluzzi. All.: Schettino 6.
ARBITRO: Selva di Alghero 6.
NOTE: giornata coperta e fredda, terreno in erba sintetica. Spettatori 200 circa. Ammoniti: Diatta, Scalise, F. Esposito, Castelletto, Vernocchi, Arpino. Angoli 3-1. Recupero: pt 1’, st 5’.

NESSUN GOL PER L’RG TICINO
L’Rg Ticino sperava di avere una classifica migliore al momento della sosta: ma le cinque gare di fila senza successi e il ritmo incalzante delle dirette rivali lasciano la truppa di Costantino in zona playout. Contro il Borgosesia matura uno 0-0 a due facce: i sesiani hanno giocato una partita onesta e propositiva, ma le occasioni migliori sono di marca novarese, sebbene la squadra di Costantino abbia disputato una partita prettamente difensiva, soprattutto nel primo tempo. Le ripartenze non sono però state finalizzate a dovere: in particolare Vitiello ha avuto un paio di palloni interessanti (uno per tempo), ma nel primo caso ha ciabattato il tiro, nel secondo si è fatto rimontare dal provvidenziale recupero di Iannacone. Al rientro dalla sosta l’Rg Ticino sarà di scena a Chieri.

RG TICINO-BORGOSESIA 0-0
RG TICINO (4-4-2): Oliveto 6; Cannistrá 6, Fontana 6,5, Longhi 6, Della Vedova 6 (31′ st Viti ng); Bedetti 5,5, Lionetti 6,5, Sbrissa 6, Lorenzo 5 (40′ st Baiardi sv); Sansone 6 (26′ st Puntoriere 5), Vitiello 5,5 (39′ st Makota ng). A disp.: Amata, Sordillo, Spitale, Ogliari, Battistello. All.: Costantino 6.
BORGOSESIA (3-4-3): Gilli 6,5; Iannacone 6,5, Martimbianco 8, Frana 6; Monteleone 5,5 (19′ st Guatieri 5,5), Areco 6, Zazzi 5 (19′ st Colombo 6), Carrara 6; D’Ambrosio 5 (26′ st Eordea 5,5), Rancati 5 (1′ st Barbetta 5,5), Gaddini 6. A disp.: Gavioli, Puka, Bernardo, Salvestroni, Latini. All.: Lunardon 6.
ARBITRO: Zambetti di Lovere 6.
NOTE: campo in buone condizioni, spettatori 150 circa. Angoli: 5-7. Ammoniti Iannacone, Fontana, Zazzi, Areco, Barbetta. Recupero: pt 2′, st 5′.


RISULTATI (28° giornata) Sestri Levante-Asti 1-1; Rg Ticino-Borgosesia 0-0; Ligorna-Varese 3-1; Pont Donnaz-Fossano 0-1; Caronnese-Gozzano 0-0; Bra-Imperia 0-2; Casale-Lavagnese 1-0; Vado-Novara 0-1; Sanremese-Chieri 1-0;
Derthona-Saluzzo 0-0.

CLASSIFICA Novara 62; Sanremese 56; Città di Varese 47; Derthona 44; Borgosesia, Chieri 41; Casale 40; Bra 39; Vado 38; Gozzano, Ligorna 36; Sestri Levante, Caronnese 34; Pont Donnaz 33; Rg Ticino, Asti 31; Fossano 30; Imperia 28; Lavagnese 21; Saluzzo 14.

RECUPERI
Sabato 19 marzo, ore 15: Borgosesia-Lavagnese.
Domenica 20 marzo, ore 14.30: Asti-Fossano, Casale-Sestri Levante, Varese-Pont Donnaz.
Martedì 22 marzo, ore 15: Borgosesia-Ligorna.

29° TURNO sabato 26 marzo, ore 15: Asti-Bra, Borgosesia-Sestri Levante, Chieri-Rg Ticino, Fossano-Casale, Lavagnese-Caronnese, Gozzano-Vado, Imperia-Ligorna, Varese-Derthona; domenica 27 marzo, ore 15: Saluzzo-Pont Donnaz, Novara-Sanremese.

30° TURNO mercoledì 30 marzo, ore 15: Casale-Novara, Sanremese-Asti, Vado-Borgosesia, Caronnese-Chieri, Sestri Levante-Varese, Derthona-Fossano, Pont Donnaz-Gozzano, Rg Ticino-Imperia, Saluzzo-Lavagnese, Bra-Ligorna.




Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Guido Ferraro

Guido Ferraro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL