Villa Crespi è il miglior albergo di lusso d’Italia

È in cima alla classifica 50 Top Italy Luxury. Premiata anche Stefania Siani del relais di Orta come miglior general manager

Villa Crespi è il miglior albergo di lusso d’Italia: si è infatti piazzato in cima alla classifica 50 Top Italy Luxury, graduatoria sui migliori Hotel, Relais, Residenze di Charme, che al proprio interno abbiano anche un ristorante di alto livello e un servizio food&beverage di standard elevato.

Villa Crespi (nella foto in alto tratta da villacrespi.it), che ospita l’omonimo ristorante, vince sul Grand Hotel a Villa Feltrinelli (Gargnano, Brescia), classificato secondo e che vede al suo interno il ristorante Villa Feltrinelli di Stefano Baiocco. Terzo posto per Borgo Egnazia (Savelletri di Fasano, Brindisi), che accoglie il ristorante Due Camini diretto dallo chef Domingo Schingaro. La classifica, a livello regionale, vede la Campania staccare la concorrenza con ben 15 strutture nel ranking. Segue Sicilia (7), Toscana (6), Lombardia e Lazio (5), Trentino-Alto Adige (2), Veneto (2), e con 1 struttura Puglia, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Umbria, Valle d’Aosta, Calabria, Basilicata e Piemonte, appunto, con Villa Crespi di Orta San Giulio.

Chef Cannavacciuolo festeggia anche un secondo riconoscimento: il premio di miglior General Manager 2022 – Mulino Caputo Award è andato a Stefania Siani di Villa Crespi.

«Recenti studi offrono la conferma di come e quanto il segmento lusso sia in crescita – spiegano Barbara Guerra, Luciano Pignataro e Albert Sapere, direttori della guida 50 Top Italy Luxury – e questo vale ancor di più per il settore alberghiero, dove esiste un pubblico assai attento a quei particolari che fanno la differenza nel mondo dell’hospitality top level. Il tutto senza dimenticare che il 62% dei turisti stranieri mette l’enogastronomia al primo posto tra i motivi per visitare l’Italia (fonte Enit). Abbiamo unito i vari dati raccolti ed è nata così 50 Top Italy Luxury».

La graduatoria è stata stilata seguendo diversi parametri: cucina in grado di soddisfare anche il palato del gourmet più esigente, servizio in sala, livello della colazione, bellezza della struttura, grado dell’accoglienza, personale adibito alla cura della clientela; e, ancora, elementi extra come aperitivi, room service, possibilità di usufruire di aree dedicate a wellness e beauty.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *