Sos medici di famiglia nel Medio e Basso Novarese: un dottore a Suno da gennaio

Alcuni rappresentanti dei Comuni senza medico hanno incontrato a distanza il prefetto di Novara, il direttore dell’Asl Angelo Penna e il direttore distretto area Nord Bartolomeo Ficili

Da gennaio un medico a Suno, a “tempo determinato”, a Cavaglio l’ok per fare in modo che una dottoressa di Borgomanero possa avere lo studio anche lì e ricevere i pazienti, anche lei a “tempo determinato” in attesa del concorso che dovrebbe tenersi a marzo 2022.

Sono queste le comunicazioni emerse ieri, lunedì 6 dicembre, in un incontro a distanza che ha visto protagonisti i Comuni del Medio e Basso Novarese che vivono da tempo senza il medico di famiglia, il direttore dell’Asl Angelo Penna, il direttore distretto area Nord Bartolomeo Ficili, il sindaco di Novara Alessandro Canelli, il deputato Davide Crippa e il rappresentante sindacati.

Si tratta dei paesi Agrate Conturbia, Vaprio d’Agogna, Cureggio, Momo, Cavaglio, Cavaglietto, Terdobbiate, Fontaneto, Cressa e Suno che da mesi ormai lamentano la mancanza di un medico con tutti i conseguenti disagi verso i cittadini.

«Sono emerse le problematiche già note, – spiega il primo cittadino di Suno Riccardo Giuliani che rappresenta tutti i Comuni – ci hanno spiegato che i medici non ci sono perché devono fare la specializzazione e al momento non è stato loro permesso. Il problema è grande perché si tratta di circa 250 medici che mancano in tutto il Piemonte». Quelle proposte rimangono «soluzioni di emergenza, – continua Giuliani – abbiamo anche chiesto un incontro con la commissione Sanità; non si è parlato di Pnrr, ma la nostra domanda sulla progettualità rimane sempre valida».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Sezioni