Lisistrata: lo sciopero del sesso per dire basta alle violenze

A teatro il 26 e il 27 novembre si ride con la compagnia de La Ribalta per sostenere il progetto Case Serene di Liberazione e Speranza, che accoglie donne e figli costretti a lasciare le proprie abitazioni a causa dei maltrattamenti

Lisistrata: lo sciopero del sesso per dire basta alle violenze. La commedia di Aristofane andrà in scena dalle 21 del 26 e del 27 novembre all’MP Teatro di viale Giulio Cesare 378, grazie al progetto che vede unite la compagnia di teatro LaRibalta e Liberazione e Speranza in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Le serate hanno lo scopo di far conoscere e sostenere il progetto Case Serene promosso da Liberazione e Speranza e sostenuto da Fondazione Comunità Novarese Onlus (leggi qui). La prima serata è già sold out da giorni, ma ci sono ancora posti disponibili per sabato 27 (per info e prenotazioni contattare il numero 345/2358409).

«Case Serene è un progetto di accoglienza per donne vittime di violenza con o senza figli. Attualmente – spiega Elia Impaloni, presidente di Liberazione e Speranza – ospitiamo una ventina di persone tra donne e figli che necessitano di tutela, protezione e un percorso di affiancamento dalla violenza subita. Le case dove sono accolte le donne sono di natura differente. In alcune strutture si vive una dimensione comunitaria allargata, le donne vivono insieme ad altre donne e condividono spazi allargati e progettualità condivise. In alcune situazioni, quando il pericolo si ridimensiona, le donne vengono accolte in alloggi più piccoli, sempre in co-housing. Il progetto Case Serene sostiene servizi integrativi, facilita la dimensione di accoglienza, sostiene le donne in un percorso di sostegno psicologico e attiva micro-progettualità educative anche per i figli dai sei mesi fino alla maggiore età».

«Entrambe le nostre realtà sono operative da decenni sul territorio novarese eppure non abbiamo mai collaborato prima d’ora, ci sembra il momento giusto per farlo e per iniziare un dialogo che potrà portarci lontano – commenta Roberto Lombardi presidente de LaRibalta – Abbiamo scelto di mettere in scena Lisistrata perché è uno spettacolo forte, divertente e attualissimo pur essendo ispirato all’Antica Grecia. I giovani protagonisti, 12 attori, danno vita ad una commedia piena di energia, che fa ridere ma soprattutto pensare. Ci sembra il modo migliore per proporre temi così importanti alle nuove generazioni».

Nella sua commedia Aristofane mette in scena lo sciopero del sesso, attuato dalle donne elleniche su istigazione di Lisistrata, perché gli uomini mettano fine all’ormai ventennale guerra del Peloponneso che tanti lutti e miserie ha provocato. Gli effetti dell’astinenza prolungata sono devastanti e nel giro di poco tempo gli uomini sono costretti a capitolare. Lo spettacolo si snoda tra racconto della vicenda e dinamiche comiche esaltanti.

Interpreti: Melissa Vecchione, Daniele Bassi, Francesco Daglia, Fabio Lima Carlo Paroli, Alice Bellora, Gauri Napoletano, Alessia Manzo, Lorenzo Cinosi, Vanessa Guidetti, Xhuliana Dudi, Irene Bertozzi, Tommaso Gatti, Laura Ghelma, Francesca Nasta, Martina Gisondi, Chiara Palumbo, Filippo Margheritis
Regia: Robi Lombardi
Assistente alla Regia: Matteo Chippari
Coreografie: Barbara Piasentà
Assistenti alle coreografie: Alice Lombardi, Marco Rizzo
Ottimizzazione: Luca Lombardi
Costumi: Carlo Paroli, Daria Pasinetti
Trucco e Parrucco: Melissa Vecchione

Leggi anche:

Novara contro la violenza sulle donne: in questura la nuova Sala rosa e case in cui trovare rifugio

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Ferrara

Elena Ferrara

Nata a Novara, diplomata al liceo scientifico Antonelli, si è poi laureata in Scienze della Comunicazione multimediale all'Università degli studi di Torino. Iscritta all'albo dei giornalisti pubblicisti dal 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni