Lions Club Novara Ticino: ingresso “storico” di due figure femminili

Le due nuove adepte sono: Anna Maria Comoli, oculista e dirigente medico presso l’Ospedale di Borgomanero e Laura Brugo Ceriotti amministratore delegato dell’azienda di famiglia

Giovedì 20 maggio, presso l’Albergo Italia di via Solaroli, che fu per molti anni la sede istituzionale del Lions Club Novara Ticino, si è tenuto il sedicesimo meeting dell’anno lionistico 2021-2022. Una serata molto importante che verrà sicuramente ricordata nella storia del Club.

E’ stata infatti l’occasione per accettare due nuove socie nel Club, che finora è stato rigorosamente maschile. Una data quindi da segnare nella storia del Club e che sicuramente segnerà l’inizio dell’ingresso di altre personalità femminili. Le due nuove adepte sono: Anna Maria Comoli, oculista e dirigente medico presso l’Ospedale di Borgomanero e Laura Brugo Ceriotti Amministratore Delegato dell’azienda di famiglia, la Riseria Ceriotti. Laura è stata in collegamento remoto causa Covid e rappresentata in presenza dalla madre Cecilia Brugo moglie del compianto socio del Club, Paolo Brugo recentemente scomparso. La cerimonia di accettazione delle due nuove socie è stata breve ma intensa ed applaudita calorosamente da tutti i presenti, tra i quali, come graditi ospiti, citiamo il direttore del Corriere di Novara Sandro Devecchi, la figura di spicco dell’ambiente didattico e culturale cittadino Emanuela Fortuna e la Presidente dell’ANGSA Novara Vercelli, (Associazione Nazione Genitori di Soggetti Autistici) Priscila Beyersdorf Pasino, alla quale il Presidente del Club Gianstefano Puliatti ha consegnato un assegno di mille euro in riconoscimento del significativo lavoro svolto dall’associazione a cui il Club Novara Ticino è sempre stato vicino, a partire dal compianto socio Romano Gianotti.

Ad ulteriore testimonianza della particolare attenzione al lavoro svolto dall’associazione, alla Presidente dell’ANGSA a livello Italia, Benedetta Demartis, è stata in passato conferita dal Lions Club Novara Ticino l’onorificenza Lions di Melvin Jones Fellow. La Presidente Priscila Beyersdorf Pasino ha ringraziato il Club per la donazione attuale che si assomma a quanto donato negli anni scorsi all’associazione che nel frattempo è cresciuta significativamente e conta ormai svariate sedi. Ciò evidenzia l’azione meritoria dell’associazione verso le particolari e crescenti necessità dei genitori di soggetti autistici. La serata e poi proseguita con l’intervento del relatore, l’avvocato penalista Renzo Inghilleri, socio del Club e personaggio di spicco del mondo legale della città, accompagnato nell’occasione dalla consorte Sofia Inghilleri, è stato anche Presidente della Camera Penale e componente della Giunta Nazione dell’Unione Camere Penali Italiane. La relazione aveva per titolo “L’avvocato del diavolo” ovvero, nella fattispecie, il ruolo dell’avvocato difensore che in quella veste ha il compito di verificare se le prove a carico di un soggetto sottoposto a processo siano valide al di là di ogni ragionevole dubbio. Ciò ad evitare la sfortunata circostanza di una condanna di una persona innocente.

La relazione è stata coinvolgente, arricchita di citazioni ed esempi tratti dall’esperienza profonda e significativa della lunga e brillante carriera dell’avvocato Inghilleri. Al termine della relazione molte sono state le domande rivolte dai presenti che hanno dimostrato grande interesse e curiosità sull’argomento. Dopo lo scambio dei consueti ricordi il Presidente del Club Gianstefano Puliatti ha dato il tradizionale colpo di martello alla campana per definire la chiusura del meeting.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL