Il Distretto turistico dei laghi vota l’aumento di capitale. Si fa più lontana la fusione con le altre Atl

Il Distretto turistico dei laghi vota l’aumento di capitale. Si fa più lontana la fusione con le altre Atl. Nel mese di marzo era tornata d’attualità l’ipotesi di una maxi Atl che comprendesse le quattro province del Piemonte nord orientale: Novara, Verbano Cusio Ossola con Vercelli e Biella già unite tra loro. Una necessità dettata dalla legge Madia sulle partecipate per la razionalizzazione per le società pubblico-private. L’indicazione arrivava da una delibera votata a fine 2020 dalla giunta regionale e che indicava il 31 maggio quale termine per l’approvazione del progetto di fusione.

A oggi nessuna decisione in merito è ancora stata presa e il Distretto turistico dei laghi, che fin da subito aveva dimostrato una non poca insofferenza verso un percorso di questo genere (leggi qui), nell’ultima assemblea straordinaria di fine giugno ha votato a maggioranza un aumento di capitale. «Un passo importante in un momento strategico, come la fase di ripartenza post Covid – dichiara il presidente del Distretto, Francesco Gaiardelli -. Entro il 30 saranno i soci a poter sottoscrivere l’aumento, poi si passerà al possibile inserimento di nuovi soggetti in modo da allargare la base associativa. La conclusione del percorso sarà il 30 novembre».

Il presidente continua sottolineando: «Si tratta di un risultato molto importante, un rafforzamento che sarà utile sia nel caso del mantenimento dell’autonomia – come nel percorso già delineato nei mesi scorsi con il benestare della Regione – sia nel caso, ad oggi comunque improbabile, di future fusioni. In ogni caso, è un passaggio utile e necessario per una forte scommessa sul piano della promozione, nella fase delicata della ripresa. In passato l’aumento di capitale è stato tentato senza successo, e per questo la decisione dell’assemblea rappresenta ancor più un punto di svolta importante: va ricordato che procedervi è un diritto, non un obbligo. Quindi si tratta di un processo di visione e coesione, oltrechè – come riteniamo – di una necessità istituzionale».

Conclude Gaiardelli: «E’ stato un anno durissimo durante il quale, nonostante tutto, abbiamo realizzato iniziative importanti sotto il profilo della promozione territoriale, come pure è stato evidenziato nel corso della recente assemblea ordinaria. l’Eurotram della Città di Torino, caratteristico tram di 30 metri, si è vestito dei colori tipici del Distretto e ha viaggiato nel centro storico di Torino per 3 mesi, da luglio ad ottobre, mostrando grandi immagini delle più celebri attrazioni con lo slogan “Take your lake time, take it slow”, con l’invito a scoprire i nostri Laghi e Monti in modo dolce, a contatto con la natura e la cultura locale. L’idea è stata replicata durante la stagione invernale, inoltre la doppia campagna è stata proposta anche sui mezzi di superficie di Milano con 250 tabelle posizionate sulle fiancate degli autobus contenenti un’immagine rappresentativa del territorio».

L’idea di fusione con le altre Atl si fa sempre più lontana. Non resta che attendere quali saranno le decisioni della Regione.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni