Il Comune distribuisce i tablet agli studenti bisognosi

Sono stati distribuiti i tablet acquistati dalle scuole primarie novaresi con fondi dell’assessorato all’Istruzione del Comune di Novara. «Abbiamo dato alle scuole 31.731 euro suddivisi tra le scuole Bottacchi, Boroli, Montalcini, Duca d’Aosta, Fornara Ossola, Bellini e Convitto Carlo Alberto – spiega l’assessore all’Istruzione Valentina Graziosi – Ogni istituto comprensivo ha acquistato da 12 a 15 tablet che poi ha distribuito agli studenti a seconda delle necessità. E’ chiaro che il numero dei devices non è ancora sufficiente a coprire tutte le esigenze che sono veramente numerose. A tal proposito, ringraziamo coloro che si sono attivati per fornire tali dispositivi alle nostre scuole».

 

 

«In questi giorni – aggiunge il Direttore Generale Roberto Moriondo – la ISET Telecom di Roberto Celino, un’impresa torinese, ha acquistato una decina di tablet che daremo alle scuole, così come Assa che ha appena proceduto all’ordine. Un ulteriore ringraziamento va a Andrea Casalegno e allo staff di TOP-IC dopo i primi 15 tablet ce doneranno altri 15. Ecco perché – conclude il Direttore Generale Roberto Moriondo – ci auguriamo che altre aziende, o privati, accolgano il nostro appello per fare in modo che tutti gli studenti possano beneficiare delle lezioni online stando al passo con la programmazione. Anche devices usati ma in buono stato, potranno soddisfare un’esigenza crescente supportando le necessità delle famiglie novaresi».

«La didattica a distanza richiede un’organizzazione molto diversa da quella della scuola tradizionale, ma soprattutto strumenti idonei e aggiornati – commenta l’assessore Graziosi – Purtroppo, molte famiglie, a Novara, hanno problemi economici accentuati ancora di più dall’emergenza sanitaria di questo momento».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: