Il Coccia per l’Ucraina. In beneficenza il ricavato dell’opera contro il bullismo

Gli incassi saranno devoluti al fondo emergenza creato da Fondazione Comunità Novarese. In scena domenica 27 marzo lo spettacolo per tutta la famiglia promosso in collaborazione con il Novara Football Club

Il Coccia per l’Ucraina. In beneficenza il ricavato dell’opera contro il bullismo. Domenica 27 marzo, in occasione della Giornata mondiale del teatro, il Coccia di Novara metterà in scena l’opera lirica per tutta la famiglia “Un bullo in maschera”, un progetto contro il bullismo portato avanti con società calcistica Novara Football Club.

Un’opera contemporanea scritta da Stefano Valanzuolo con le musiche di Federico Gon. «Entrambi siamo appassionati di calcio e abbiamo utilizzato questo tema per il nostro nuovo lavoro» – ha commentato il compositore durante la presentazione.

La regia è affidata ad Alberto Jona: «Quello del bullismo è un tema scottante che riguarda tutti – ha detto Jona -. L’ambientazione è ricca di flashback con un personaggio che ferma ripetutamente lo spettacolo e devia il corso della storia».

Ancora una volta delle scenografie si è occupato Matteo Capobianco: «Trattandosi di un’opera nuova e non di repertorio siamo rimasti fedeli al libretto – ha affermato -. Si parte dal tempo presente per arrivare al passato recente attraverso il racconto di uno dei personaggi e una scansione di colori. Il resto rimane una sorpresa da vedere».

Sul palco ci saranno gli allievi dell’Accademia dei Mestieri dell’Opera del Teatro Coccia – AMO (Giuseppe Matteo Serreli, Yuxiang Liu, Yo Otahara) e della Scuola del Teatro Musicale – STM (Francesco Califano, Samuele Bazzi) oltre a coristi e comparse; in buca d’orchestra l’Ensemble del Teatro Coccia diretto da Margherita Colombo.

La direttrice del Teatro Coccia, Corinne Baroni, ha annunciato che il ricavato dello spettacolo sarà devoluto al fondo emergenza Ucraina istituito da Fondazione Comunità Novarese. «In una settimana abbiamo raggiunto al cifra di 50 mila euro – ha commentato il segretario generale, Gianluca Vacchini -. Nei prossimi giorni faremo sapere quali saranno i primi progetti concreti».

L’opera andrà in scena domenica 27 marzo alle 16 con due repliche per le scuole lunedì 28 alle 9.00 e alle 11.30, queste ultime due grazie a una collaborazione con l’istituto tecnico Omar.

Lo spettacolo sarà accompagnato da un serie di appuntamenti, a cominciare da “L’ora del Te” su Sipario Virtuale, a cura di Luca Baccolini che incontrerà Corinne Baroni, Stefano Valanzuolo, Federico Gon e Alberto Jona (rispettivamente il 16, 18, 22 e 24 marzo alle 19) nell’area riservata agli approfondimenti online sul sito della Fondazione Teatro Coccia https://www.fondazioneteatrococcia.it/sipario-virtuale.html

Giovedì 17 marzo alle 18 al Circolo del Lettori il direttore d’orchestra Margherita Colombo sarà ospite della decima del festival Voci di Donna, a dialogo con la giornalista Maria Paola Arbeia, per parlare dell’opera e anche della figura della direzione d’orchestra declinata al femminile. Ingresso gratuito con prenotazione del posto https://novara.circololettori.it/un-bullo-in-maschera-ovvero-lopera-nel-pallone/

Mercoledì 23 marzo alle 18.30 in Teatro un nuovo appuntamento aperto a tutti che unisce i temi della finzione con quelli della realtà: Cartellino Rosso contro il Bullismo scendono in campo Teatro, Sport, Attualità. A confrontarsi sul tema: Marilinda Mineccia, già Procuratore della Repubblica, Dario Bergamelli, difensore del Novara Football Club (partner del progetto) e Alberto Jona. Modera Luca Baccolini. Ingresso gratuito con biglietto.

Inoltre fino a sabato 19 marzo, in occasione della Festa del Papà sarà possibile acquistare i biglietti a un costo speciale di 10 euro sia per adulti che per i bambini.

Info e biglietti sul sito del Teatro Coccia

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL