Fondo Emergenza Ucraina di FCN: al via un corso per mediatore interculturale

Si tratta di un corso di formazione gratuito di 600 ore (di cui 200 di stage) rivolto a cittadini stranieri

Pronta al via la prima azione resa possibile grazie alla raccolta fondi sul Fondo Emergenza Ucraina (che ha superato i 50.000 euro) costituito, per supportare l’accoglienza di tutte le persone in fuga dal proprio Paese e giunte sul territorio della provincia di Novara, presso Fondazione Comunità Novarese onlus.

Si tratta di un corso di formazione gratuito di 600 ore (di cui 200 di stage) rivolto a cittadini/e stranieri/e maggiorenni disoccupati o occupati, con residenza o permanenza continuativa in Italia di almeno 2 anni che siano in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado o laurea, promosso e strutturato da Filos Formazione e realizzato grazie al sostegno di Fondazione Comunità Novarese onlus e Caritas Diocesi di Novara.

Perché un corso di questo tipo? Perché la figura di Mediatore Interculturale facilita la comunicazione tra individuo, famiglia e comunità nell’ambito delle azioni volte a promuovere e favorire l’integrazione dei cittadini stranieri. Il Mediatore Interculturale favorisce la rimozione delle barriere socioculturali e linguistiche, la valorizzazione della cultura di appartenenza, promuovendo l’accoglienza, l’integrazione socioeconomica, la fruizione dei diritti e l’osservanza dei doveri di cittadinanza. Collabora con gli Enti e con gli operatori dei servizi pubblici e privati affiancandoli nello svolgimento delle loro attività avendo un’adeguata conoscenza della lingua italiana, una buona conoscenza della lingua madre o della lingua veicolare scelta ai fini della mediazione e dei codici culturali sottesi.

«La Fondazione agisce sulle emergenze – ha commentato il segretario generale di Fondazione Comunità Novarese onlus, Gianluca Vacchini – ma è, soprattutto, abituata a lavorare sul medio e lungo periodo, in termini di progettualità. Ci siamo resi conto immediatamente che una delle difficoltà principali delle donne e dei bambini ucraini arrivati sul nostro territorio è la lingua. I profughi non parlano quasi mai italiano e relazionarsi risulta spesso molto complicato. Un corso per Mediatore Interculturale è strategico non solo per offrire posizioni di lavoro oggi richieste ma, soprattutto, per creare figure professionali in grado di mettere in comunicazione chi con le scuole, le istituzioni, la sanità; per rendere, insomma, più agile una prima e necessaria integrazione».

La prova di ammissione al corso prevede uno scritto e un colloquio orale mirato alla valutazione di alcuni prerequisiti quali la motivazione, la capacità di comunicazione, il problem solving, e la capacità di instaurare una relazione.

La scadenza delle iscrizioni è fissata per il 31 marzo 2022. La domanda dovrà essere presentata attraverso l’apposita domanda cartacea presso la segreteria di Filos Formazione (via G. Negri, 2 – 28100 Novara) o sul modulo online sul sito www.filosformazione.it.

Per chi intende sostenere il Fondo Emergenza Ucraina, (ricordando SEMPRE di indicare nella causale “Fondo Emergenza Ucraina”), questi sono gli strumenti:

  • BOLLETTINO POSTALE

conto corrente n. 18205146 intestato a Fondazione Comunità Novarese onlus

  • BANCOPOSTA

codice IBAN IT63 T0760110100000018205146

a favore della Fondazione Comunità Novarese onlus

  • CONTO PAYPAL intestato a Fondazione Comunità Novarese onlus

all’indirizzo mail donare@fondazionenovarese.it

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL