Fondazione Cariplo compie 30 anni. A Novara la prima tappa di “Looking4”

Mercoledì 8 giugno con il saluto di Alessandro Baricco. Cinque giornate su ambiente, cultura, ricerca e servizi alla persona seguite. Davide Maggi, presidente di Fondazione Comunità Novara onlus e membro del CdA di Fondazione Cariplo: «Dobbiamo ricostruire i legami, unire le generazioni. Ci auguriamo che molti rispondano a questo appello»

Fondazione Cariplo compie 30 anni. A Novara la prima tappa di “Looking4”. Sarà il Teatro Coccia di Novara a ospitare, mercoledì 8 giugno, dalle 10 e fino a metà pomeriggio, la prima tappa di “Looking4”, il progetto ideato e voluto da Fondazione Cariplo in occasione dei 30 anni di attività. Cinque giornate che si svilupperanno su quattro temi chiave in ambito ambientale, culturale, di ricerca e servizi alla persona seguite da un appuntamento finale di restituzione e condivisione – in programma a Milano – con un importante obiettivo finale: disegnare insieme, grazie al contributo di visione e di esperienza di imprese sociali, enti non profit, università, istituzioni, aziende con cui Fondazione Cariplo dialoga e opera ogni giorno, un atlante dei bisogni e delle risorse delle comunità di domani.

Il tema della prima tappa, quella novarese, sarà “L’età giusta a tutte le età. Sfide demografiche, benessere delle persone, accoglienza, patto di comunità”, fondamentale per il lavoro di Fondazione Cariplo che ha lanciato un nuovo bando “Welfare in Ageing” allo scopo di far fronte ai bisogni degli anziani e delle loro famiglie, con risorse importanti pari a 5,5 milioni di euro.

La giornata sarà aperta dall’intervento del presidente Istat, Gian Carlo Blangiardo, con i successivi interventi sui tre temi di “Ageing” da parte di Chiara Fornara, direttore del Consorzio Servizi Sociali del Verbano Onlus; “Povertà” con Alessandro Rosina, docente di Demografia e Statistica sociale – all’Università Cattolica di Milano; “Abitare” insieme a Carlo Alberto Caiani, direttore generale della Fondazione Somaschi Onlus.

Special guest del convegno, Alessandro Baricco, scrittore, giornalista, drammaturgo, saggista e fondatore della Scuola Holden.

Seguirà un light lunch curato da OlindaCatering dell’Associazione Olinda Onlus, che offre opportunità a persone con problemi di salute mentale di avvicinarsi e inserirsi nel mondo del lavoro; allo stesso tempo sostiene piccole aziende e produttori locali, utilizzando solo prodotti in Mater-Bi, bioplastica biodegradabile e computabile di Ecozema.

A partire dalle 14, al via i tavoli di lavoro – con dialogo, confronto, scambio di idee ed esperienze in una modalità di brainstorming dinamica e coinvolgente che proseguirà fino alle ore 16 – sui temi di: crisi demografica, invecchiamento della popolazione. Sistemi territoriali e risposte innovative; povertà: intercettare e sostenere le persone in povertà all’interno di percorsi comunitari; inclusione sociale e inserimento lavorativo; dal welfare state al welfare di comunità; abitare e accoglienza; welfare di precisione: usare i dati per migliorare la comprensione dei problemi e la capacità di risposta ai bisogni.

«Il percorso organizzato per celebrare i 30 anni di Fondazione Cariplo rappresenta un bel momento di condivisione per il nostro territorio – afferma Davide Maggi, presidente di Fondazione Comunità Novara onlus e membro del CdA di Fondazione Cariplo -. Siamo felici di poter ospitare questo evento che non è solo novarese: sarebbe davvero bello che partecipassero anche persone che provengono da territori vicini. E’ un’occasione importante. Ascolteremo le voci e lavoreremo insieme a chi sarà presente. Il desiderio è poter unire persone che provengono da ambiti e di età diverse: dal non profit, alle aziende, le istituzioni fino a chi lavora sul campo, affrontando i problemi che riguardano i nostri anziani, i nostri giovani, i bambini e gli adulti. I problemi riguardano tutti: ecco perché abbiamo intitolato questa giornata “L’età giusta a tutte le età”; perché ciascuno di noi in ogni stagione della vita vive momenti in cui può avere bisogno, anche solo di relazioni. Dobbiamo ricostruire i legami, unire le generazioni. Ci auguriamo che molti rispondano a questo appello con la loro presenza l’8 giugno, la voglia e la disponibilità di mettersi in gioco e dare il proprio contributo ai tavoli di lavoro».

«Vogliamo offrire uno spazio di riflessione e confronto in cui poter mettere a fuoco i temi e le sfide cruciali per il futuro delle persone, delle comunità e dei territori – aggiunge Giovanni Fosti, presidente di Fondazione Cariplo -. Soprattutto lo vogliamo fare insieme, perché la complessità e la portata di queste sfide può essere guardata e affrontata solamente dentro a una visione ampia e corale. Dopo questi due anni così difficili, crediamo che festeggiare il 30esimo anniversario di Fondazione Cariplo significhi ritornare al cuore della nostra missione: promuovere comunità mobilitando le energie e le competenze dentro alle comunità. Ringrazio fin da ora tutti soggetti – associazioni, istituzioni e imprese – che nel corso di queste settimane vorranno prendere parte a questo percorso portando il proprio contributo di visione».

Tutti i dettagli della giornata novarese e delle successive tappe in programma nel mese di giugno a Cernobbio, Brescia e Pavia sono consultabili sul portale looking4.fondazionecariplo.it dove è anche possibile iscriversi e registrarsi.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL