Curva Nord Novara – Nuares solidale con altre 86 tifoserie

“Dalle tribune ai settori popolari… no agli esperimenti sociali”, è questa la scritta riportata sullo striscione che verrà appeso oggi, domenica 12 gennaio, fuori dallo stadio Silvio Piola in occasione del match del Novara Calcio contro Monza. La Curva Nord Novara – Nuares ha scelto infatti di schierarsi in modo solidale con altre 86 tifoserie che oggi e nelle prossime settimane mostreranno lo stesso striscione. Per un motivo ben preciso: «E’ successo, vedi per esempio in curva Primavera a Torino e in curva Sud a Brescia, che si tifosi avversari ospiti siano stati piazzati in mezzo alle tifoserie di casa. Almeno nel primo caso, le autorità convocate in conferenza stampa hanno chiaramente parlato di “esperimento sociale”, salvo poi ritrattare e gridare alla fake news.

 

[the_ad id=”62649″]

 

Un esperimento sociale è uno strumento di ricerca in ambito psico-sociologico volto a testare la reazione di una persona o di un gruppo di persone, sottoposto a determinate situazioni o eventi, spesso insolite, impreviste e anche estreme. C’è dunque un esperimento in atto negli stadi italiani?», dicono dal direttivo della tifoseria novarese. «Sembra quasi che i tifosi siano trattati come cavie, – continuano – sono stati emessi nel tempo tantissimi Daspo, ma cosa ci facevano i sostenitori avversari nello stesso settore della squadra di casa?».

La curva Nord si impegna per trasmettere il tifo sano: «La tifoseria crediamo sia uno degli ultimi baluardi di aggregazione sociale e questo tipo di comportamento altro non fa che mettere in discussione la voglia di andare allo stadio». Lo striscione sarà fuori dal Piola e non in curva, «perché non vogliamo che passi un messaggio sbagliato soprattutto in una giornata speciale come questa e per cui ringraziamo la nuova dirigenza». Oggi infatti la sfida Novara-Monza profuma anche di solidarietà: il ricavato sarà donato infatti alla Terapia intensiva neonatale della Pediatria del Maggiore per l’acquisto di un ventilatore portatile. «Abbiamo scelto di unirci alle altre tifoserie per solidarietà, ma ci piace sottolineare che quella di Novara è una realtà molto particolare. Per esempio in molte città è stata fatta una protesta per il caro biglietti e noi naturalmente non abbiamo partecipato, visto i costi per entrare allo stadio e ci sono state altre occasioni di lamentela nelle quali Novara non era inserita. In questo caso ci è sembrato giusto esserci».

Le altre tifoserie in questione sono: curva Nord Catania, Palermo, Avellino, Avellino Basket, Salerno, Foggia nord/sud, Vicenza, Messina, Trapani, Benevento, Empoli, Caserta, Potenza, Viterbo, Pordenone, Cremona, Alessandria, Panthers curva Nord, Venezia Basket, Venezia Mestre 1987, curva Sud Venezia Mestre, curva Est Terni, Siena, Cerignola, Siracusa, Vercelli, Piztoi,a Grosseto, Gubbio, Cesena, Ravenna, Manfredonia, Rimini, Casale, Sambenedettese, Fano, Altamura, Fermo, Casarano, Modica, Andria, Pesato, Rieti, Avezzano, Sant’Egidio, Ribera, Sciacca, Salò, Sesto, Chieti, Pavia, Varese, Ispica, Francabilla, Eboli, Spinazzola, curva Nord Monopoli, Canosa, Recanati, Isernia, Colle val d’Elsa, P. Egola Tuttocuoio, S. Giovanni Valdarno, Nola, Vigevano, Montevarchi, Albanova, Rionero, Cervinara, Jesi, Jesi Basket, Massa, Ponsacco, Teramo Zezza, Angri, Macerata, Termoli, Poggibonsi, curva Sud Vasto, Pro Patria, Albenga, Grottaminarda.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *