Al via i cantieri per i nuovi centri di disabilità in corso Risorgimento

Il progetto portato avanti dall'Associazione per l'autismo Enrico Micheli, Anffas e Angsa, è stato finaziato lo scorso anno da Fondazione Cariplo con 1 milione e 400 mila euro

Il progetto che lo scorso anno ha ricevuto il contributo maggiore (1 milione e 400 mila euro) tra quelli premiati da Fondazione Cariplo – nell’ambito dei bandi emblematici 2020 – sta per prendere forma. Sono partiti, infatti, i cantieri per la riqualificazione di due immobili in corso Risorgimento, uno di proprietà dell’Associazione per l’autismo Enrico Micheli, l’altro di Anffas Novara: il primo diventerà un centro diurno per adulti con disturbi dello spettro autistico e disabilità intellettiva per 10 posti e un CADD da 20, che sarà gestito in collaborazione con Angsa; il secondo sarà adibito a comunità alloggio socioassistenziale con 11 posti per persone con disabilità intellettiva media.

Fanno parte del progetto anche l’avvio di nuovi modelli operativi di intervento in collaborazione con i servizi sociali del Comune e Asl e la progettazione di laboratori diffusi aperti alla comunità. Lo scopo è quello di creare nuovi servizi che permetteranno di offrire interventi mirati, rispettosi dei bisogni individualizzati delle persone disabili e autistiche, valorizzando le loro unicità e le potenzialità, adattandosi meglio alle loro necessità e creando spazi adatti nei quali realizzare davvero una maggiore inclusione sociale.

Il presidente di Fondazione Comunità Novarese, Davide Maggi, ha ricordato «quanto sia importante dare continuità ai contributi messi a disposizione. Penso che questo progetto sarà in grado di dimostrare l’importanza dei finanziamenti erogati in ambito sociale».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL