#7giornidifelicità raccoglie 250 stories su Instagram e 150 post su Facebook

Più di 250 stories su Instagram, oltre 150 post su Facebook e un numero di sorrisi non calcolabili. Bilancio più che positivo per #7giornidifelicità, progetto ideato da Giulia, Lorenza e Alice, studentesse dell’Istituto Carlo Borromeo di Borgomanero (leggi qui). L’originale “sfida” social prevedeva dal 27 aprile al 3 maggio la condivisione di un momento della propria giornata o della propria vita, per regalare un sorriso a chi in questo periodo faticava a trovarlo. Tante le immagini arrivate sui canali digitali della scuola (Facebook – Istituto Carlo Borromeo e Instagram @istituto.carlo.borromeo), un successo talmente grande da risultare inaspettato.

Il progetto ha convinto anche l’amministrazione Comunale di Borgomanero che, nei giorni scorsi, ha rilasciato il patrocinio: «Mi fa molto piacere che l’iniziativa ideata dalle studentesse e dalle insegnanti dell’Istituto Carlo Borromeo abbia avuto grande partecipazione – commenta l’assessore alla Cultura di Borgomanero, Francesco Valsesia – In questo periodo di fragilità generale, ci hanno ricordato come anche solo un sorriso o un pensiero positivo possano aiutarci a vivere il presente e a guardare il futuro con speranza e ottimismo».

 

 

A coordinare il progetto, Valentina Oioli, docente di psicologia e Barbara Ferrarese, insegnate di informatica ed esperta di comunicazione digitale: «È stata una settimana intensa, che ci ha regalato molte emozioni positive. È stata una gioia vedere come il progetto sia piaciuto a così tante persone. Ringrazio, anche a nome di tutto il gruppo, il Comune di Borgomanero e la direzione dell’Istituto Carlo Borromeo per aver creduto in questo progetto. Le ragazze hanno lavorato con grande passione ed entusiasmo per far arrivare un messaggio positivo. Sono davvero molto orgogliosa di loro».

«Il progetto è nato durante un momento di didattica online, quasi per scherzo. Mai avremmo pensato che sarebbe diventato così “virale” commenta Ferrarese –. Abbiamo ricevuto veramente tanti contenuti e di qualità. Spesso mi si è scaricato il cellulare per via dell’alto numero di messaggi ricevuti! È stato bello sentire tanto affetto, un vero abbraccio virtuale».

Il contest aveva infatti lo scopo di aiutare le persone a vivere al meglio questi ultimi giorni di quarantena e avvicinarsi con il giusto spirito alla fase 2.

«Sono molto soddisfatta del lavoro che i miei studenti e i miei insegnanti hanno svolto – commenta la preside Piera Grossini – durante l’anno, insieme a Lorna e Barbara che con me amministrano l’Istituto, seguiamo passo passo gli alunni, ascoltando i loro pensieri e i loro problemi. Siamo come una famiglia. E anche in questi giorni siamo stati sempre vicini a loro, nonostante la distanza imposta. Ben vengano idee come questa, siamo sempre ben lieti di appoggiarle. Inoltre questo progetto ha dimostrato che, se si fanno le cose seriamente e con impegno, i risultati arrivano, come nello studio».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: