Seduti a meno di un metro: ancora denunce a Trecate

Su una panchina, fuori dalla stazione, seduti comodi, a meno di un metro di distanza. Continuano le denunce per violazione dell’articolo 650 del codice penale in relazione al decreto anti Coronavirus. E’ successo ieri, giovedì 19 marzo, a Trecate. La polizia locale ha fermato due cittadini extracomunitari, O.E. di 24 e O.A. di 21 anni, comodamente seduti all’esterno della stazione a meno di un metro di distanza, intenti a dialogare senza un valido motivo per poter essere fuori casa.

 

 

Le denunce vanno a sommarsi a quelle all’uomo intento a chiedere elemosina fuori da un market e ai tre trecatesi, sempre seduti comodi a parlare, ma in piazza Cavour.

«Ho promesso ai cittadini un’intensificazione dei controlli ed è quanto sto mantenendo – ha dichiarato il Sindaco Federico Binatti – Tutti coloro che verranno trovati fuori casa senza un motivo valido verranno sanzionati e denunciati».

Intanto per le vie della città circola anche un mezzo della polizia locale che con gli altoparlanti chiede ancora ai trecatesi di rimanere a casa spiegando tutti i validi e necessari motivi per farlo.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: