Oleggio, campionari di sete, pizzi e merletti consegnati a Venaria Reale per un restauro

Una sosta a Venaria Reale per essere restaurati e tornare a “casa” a Oleggio. Circa una settimana fa il direttore del Museo civico Fanchini Jacopo Colombo e il sindaco Andrea Baldassini hanno portato al centro Conservazione e Restauro la Venaria Reale due importanti oggetti del museo affinché siano restaurati.

Il primo è un campionario di sete destinate alle cravatte, ai foulard e alle tappezzerie datato 1907. Il volume, con copertina in tessuto, è una donazione risalente alla fondazione del museo e proprio per lo stato di precaria conservazione non è mai stato esposto al pubblico.

Il secondo è anch’esso un campionario ma, diversamente dal primo, di pizzi e merletti. E’ stato donato al museo in tempi recenti ma risale alla fine dell’800. Le pagine sono in pannolenci con coperta in velluto pregiato.

 

 

«Il centro ha preso in carico i due preziosi volumi campionario provenienti dal nostro museo e, grazie alla convenzione con Tacafile e a una borsa di studio finanziata dalla Fondazione Magnetto, – ha spiegato il primi cittadino – li affiderà alla giovane restauratrice Francesca Colman che potrà confrontarsi con il tema della conservazione degli archivi del tessile. Un ottimo esempio di collaborazione con Associazioni e Fondazioni che rappresenta sicuramente un momento di crescita per il nostro museo e di diffusione del suo inestimabile patrimonio».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL