Volley: un’Italia perfetta travolge la Russia e vola in semifinale

Le ragazze di Mazzanti piegano in tre set (25-8 il punteggio nella seconda frazione) la squadra di Busato e ora si giocheranno venerdì sera con l'Olanda il “pass” per accedere alla gara per il titolo

Un’Italia da stropicciarsi agli occhi travolge la Russia con un netto 3-0 (il secondo set si è addirittura concluso 25-8, punteggio da ricercare negli annali…) e conquista la semifinale del Campionato europeo. La prossima avversaria delle ragazze di Davide Mazzanti sarà l’Olanda, venerdì 3 settembre alle 21, mentre nell’altra parte del tabellone la Turchia conoscerà solo nella serata di oggi, mercoledì 1° settembre, chi troverà sul suo cammino al termine della sfida tra le padrone di casa (e ovviamente favorite) della Serbia e la Francia.


Se da un lato la resistenza delle russe, formazione decisamente ringiovanita e affidate alle cure del coach trevigiano Sergio Busato, è praticamente durata lo spazio del primo set, occorre sottolineare come la prestazione di Miriam Sylla e compagne sia stata decisamente sopra le righe. Tanta concentrazione e determinazione, pochissime le sbavature, per una vittoria costruita partendo da una ricezione quasi perfetta. Ha funzionato a dovere il muro (9 i block vincenti), mentre in attacco la minor prolificità di Paola Egonu (in ogni caso top scorer del match con 15 punti) è stata ampiamente bilanciata dalla particolare distribuzione del gioco operata da Alessia Orro, che ha permesso ad altre tre sue compagne di andare in doppia cifra: Elena Pietrini ha messo a terra 13 palloni, Mirian Sylla e Cristina Chirichella 10 a testa. Per la centrale capitana della Igor anche un ace, due muri e il 70% in attacco.
Solo a inizio gara l’Italia ha avuto un momento di difficoltà (6-3 Russia), poi si è giocato sul filo dell’equilibrio (12 pari) sino al 16-14, diventato 20-18 e che consegna la prima frazione alle azzurre con un 25-20.


Dal secondo set è stato un monologo italiano, con la panchina russa che ha cercato più volte di rimescolare inutilmente le sue carte. Un lungo turno in battuta di Orro permette all’Italia di volare addirittura sul +13 (16-3), anticamera di un 25-8 che non ammette commenti.


Subito 4-0 azzurro in avvio di terzo gioco, la Russia prova a rimanere attaccata, ma l’Italia mantiene alto il ritmo andandosi a prendere il match 25-15.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *