Volley, si è giocato con il contagocce. Marchioni (Igor): «Non a rischio la nostra trasferta a Cremona»

Nel massimo campionato femminile una sola partita disputata nell'ultimo weekend mentre nei tornei cadetti sono saltate più di due gare su tre. Il d.g. del club novarese: «Dove si può si gioca»

«Dove si può si gioca». Questa è l’indicazione, ben riassunta dalle parole del d.g. della Igor Volley Enrico Marchioni. Nessun rinvio in blocco o sospensione nei maggiori tornei di pallavolo, dunque, anche se nell’ultimo weekend si è giocato davvero in il contagocce. In A1 femminile, oltre alla gara di Chirichella e compagne a Firenze, rinviata fin dalla scorsa settimana mentre la squadra già si trovava a Roma per la Final four di Coppa Italia, si sono poi via via aggiunte altre cinque. Nella sostanza, la prima giornata del girone di ritorno della regular season ha visto unicamente la disputa della gara di Monxa fra la Vero Volley e la Unet e-work Busto Arsizio, conclusasi con un netto 3-0 a favore delle padrone di casa. Un risultato che ha consentito alle brianzole di scavalcare in classifica la Igor e di agguantare al comando della graduatoria la Imoco Conegliano.


Reduce da una riunione di Lega, Marchioni ha voluto smentire qualche voce che dava a rischio anche il prossimi impegno delle ragazze di Stefano Lavarini, sabato sera nell’anticipo televisivo di Cremona contro la Trasporti Pesanti Casalmaggiore: «L’emergenza nel gruppo casalasco è rientrato – ha spiegato – Ora stanno effettuando tutte le procedure previste dal protocollo sanitario, il cosiddetto “return to play”, per essere regolarmente in campo».


Nel confermare che la gara di Firenze contro Il Bisonte non giocata domenica verrà recuperata il 24 febbraio, Marchioni ha ribadito come sia impossibile un rinvio o anche solo un slittamento del programma stagionale: «Si verrebbero a creare complicazioni notevoli anche in chiave play off, vista l’inesistenza di particolari “finestre” anche per le squadra come la nostra impegnate in Champions. Decisamente più complicata la situazione in serie B, dove nell’ultimo week end in tutta Italia non si sono giocate più di due partite su tre. Anche qui le disposizioni sono comunque quelle, dove si può, di giocare».


Per rimanere nel settore femminile dei campionati “cadetti”, nel girone A della B1 (quello dove è impegnata la Igor Agil di Matteo Ingratta e Valeria Alberti) si è giocato unicamente il match che ha visto Bra andare a imporsi al tie-break sul campo di Settimo Milanese. Analoga situazione in B2 (dove milita la Direma Issa Novara): anche qui una sola partita, quella che ha fatto registrare il successo al quinto set del Volley School Genova su Savigliano nella gara che metteva di fronte le due autentiche attuali big del raggruppamento.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni