Volley, scatta oggi a Rimini la Final Four di Coppa Italia

Saranno le detentrici del trofeo dell’Imoco Conegliano nella sfida contro la Saugella Monza ad aprire alle 18 la Final Four della 43a edizione della Coppa Italia in programma oggi e domani all’RDS Stadium di Rimini. L’attenzione degli sportivi novaresi sarà però maggiore alle 20.30, quando la Igor affronterà nella seconda semifinale la Reale Mutua Fenera Chieri in un derby piemontese un po’ inedito in questo scenario.

A questo appuntamento Novara, che torna a disputare l’atto conclusivo della manifestazione dopo l’assenza dello scorso anno, è approdata grazie alla vittoria nel tardo pomeriggio di mercoledì Il Bisonte Firenze sì in tre set, ma dopo una sofferta rincorsa ad aver fatto sua ai vantaggi la prima frazione. Ricordiamo che sempre per 3-0 Chieri aveva superato la Delta Despar Trentino, mentre sono servite quattro frazioni a Conegliano per avere ragione della Unet e-work Busto Arsizio e alla Saugella Monza per prevalere nei confronti della Savino del Bene Scandicci. Quarti di finale, insomma, che non hanno riservato sorprese, con il “ticket” per per la nota località romagnola staccato dalle quattro formazioni che giocavano fra le mura amiche.

La Igor ha raggiunto Rimini nella giornata di ieri sostenendo già un primo allenamento (una rifinitura è prevista questa mattina) nell’impianto che nel 2015 la vide conquistare il primo trofeo della sua ancora giovane storia. Tornando per l’ultima volta al match di mercoledì, capitan Cristina Chirichella ha ricordato che «con Firenze è stata una bella battaglia, come del resto ci aspettavamo. Il nostro merito è stato quello di non aver mollato nel primo set e poi aver espresso al meglio il nostro gioco». La partita contro Chieri? «Sarà una gara altrettanto difficile – ammette la centrale napoletana – Le nostre avversarie sono arrivate con grande merito a questo appuntamento e da parte nostra servirà una grandissima prestazione per ottenere l’accesso alla finalissima di domenica».

«La Coppa Italia è un evento a cui tengo particolarmente – dice invece coach Lavarini – E’ anche l’appuntamento sotto certi aspetti più imprevedibile, perché si gioca con la formula della Final Four, con partite “secche”. Di conseguenza in due giorni può succedere qualsiasi cosa. Per certi versi si possono anche “appiattire” quelle differenze che si sono marcate durante la stagione regolare. E’ importante essere in condizione e dimostrare di essere le migliori in questi due giorni. Un appuntamento stimolante e noi ci arriviamo in una situazione che ci ha visto in alcune gare non importanti per la nostra classifica (l’ultimo impegno di regular season contro Busto, ndr) affrontare in un modo e altre molto più importanti come il secondo match con il Fenerbahce in un altro. Cercheremo di raccogliere tutte le migliori sensazioni e gli aspetti più positivi per convogliarli nel nostro focus».

Dall’altra parte della rete la Igor si troverà di fronte un Chieri che, penalizzato dall’assenza per infortunio del suo capitano Elena Perinelli, non si sente affatto battuto in partenza: «Non siamo venute a Rimini in gita – chiarisce l’opposto belga Kaja Grobelna – Contro Novara sarà importante trovare il nostro ritmo. Dovremo dare il cento per cento e prestare attenzione anche ai più piccoli dettaglia. E’ una partita dove può succedere di tutto».

L’intera manifestazione sarà trasmessa in diretta da Rai Sport HD.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: