Volley, luci accese al Pala Verde: stasera nuova sfida fra Conegliano e Igor

Posticipo di lusso per la terza giornata della serie A1, con l'ennesima sfida fra le “pantere” di Santarelli e le azzurre di Lavarini in diretta dalle 20.30 su Rai Sport+HD. Capitan Chirichella: «Dalla finale di Coppa Italia ci siamo avvicinate al loro livello». Dopo i risultati di ieri sera Busto Arsizio capolista per una notte

Luci accese al Pala Verde di Villorba. Va in scena questa sera a partire dalle 20.30 con diretta televisiva su Rai Sport+HD e direzione arbitrale affidata alla coppia Cerra e Cesare la supersfida fra la Prosecco Doc Imoco Conegliano e la Igor Novara, posticipo di lusso della terza giornata del massimo campionato di volley femminile. A questo appuntamento, giunto decisamente presto nell’economia della regular season, le due squadre si presentano come da pronostico con 6 punti in classifica, frutto di due 3-0 colti da entrambe. Le ragazze di Stefano Lavarini hanno fatto il “pieno” nei primi due match interni consecutivi proposti dal calandario contro Firenze e Casalmaggiore; Conegliano dal canto suo ha dovuto subito affrontare le neopromosse Vallefoglia e Roma, imponendosi prima in casa con le marchigiane e poi domenica scorsa nella capitale.


In casa novarese la voglia di tentare per l’ennesima volta di interrompere la “striscia” di vittorie consecutive delle rivali, nel frattempo salita a quota 67, è tanta. Lo ha ribadito alla vigilia capitan Cristina Chirichella: «E’ l’ennesima sfida in pochi mesi con Conegliano, devo dire che a partire dalla finale di Coppa Italia in poi abbiamo messo in campo tanto, dimostrando di esserci avvicinate al loro livello – ha detto la centrale napoletana della Igor – Quello che ci è mancato, in queste sfide, fin qui è stato davvero solo il successo, ma nello sport si tratta dell’aspetto più importante. Quindi misurarci con loro è stimolante, perché comunque ci spinge a lavorare al massimo per crescere e per compiere quell’ultimo salto di qualità che ancora ci manca. La chiave della sfida? Battuta, muro e difesa sono fondamentali ma a fare la differenza sarà soprattutto la capacità di uscire da quei momenti di difficoltà, assolutamente fisiologici nel corso del match, sopperendo come gruppo alle difficoltà delle singole».


Sull’altro fronte il coach delle “pantere” Daniele Santarelli ha evidenziato come la novità più importante potrà essere «la presenza del nostro pubblico. La partita di stasera? Non sarà di certo un match decisivo, gli obiettivi di entrambe sono un po’ più in là, ma sarà un bel test per vedere a che punto sono le due squadre dopo la prima sfida di Supercoppa. Finora Novara in campionato si è espressa bene e anche noi abbiamo fatto buoni risultati, nessuna delle due squadre ovviamente è al meglio, siamo ancora all’inizio e siamo squadre costruite per andare fino in fondo, quindi ci vorrà un po’ di tempo per raggiungere la condizione ottimale, ma sono certo che sarà come al solito una battaglia accesa e spettacolare».


Conegliano – Novara, come detto, chiude il quadro della terza di campionato che ha visto tra il tardo pomeriggio e la serata di ieri la disputa delle rimandenti sei partite. Gare che hanno fatto registrare la prima storica vittoria in A1 della “matricola” Vallefoglia su Chieri per 3-1, i successi esterni per 3-0 di Scandicci a Cuneo e di Monza a Bergamo; e poi di Casalmaggiore a Roma per 3-1, oltre all’affermazione ottenuta con lo stesso punteggio da Firenze su Trento e al 3-0 di Busto Arsizio su Perugia. Tre punti che hanno regalato alle “farfalle”, almeno per una notte, il primato solitario in classifica.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni