Volley, la Igor sbatte contro il muro di Conegliano

La Igor Novara, pur provandoci in diversi modi, ha letteralmente sbattuto contro la “corazzata” Imoco Conegliano. Il big – match del turno odierno della regular season finisce con un 3-0 che non ammette repliche. Troppo il divario visto in campo, con le novaresi in grado di reggere il passo delle avversarie unicamente nel primo set e in alcuni frangenti del secondo. Grinta e impegno non sono mancati, ma per cercare di giocarsela contro lo squadrone di Santarelli oggi come oggi occorre disputare una partita al limite della perfezione, cosa non riuscita alle azzurre, alcune apparse decisamente sotto tono e con il braccio meno… pesante.

Novara in campo con il solito 6+1 mentre dall’altra parte delle rete Sorokaite viene preferita a Sylla. Dopo una fase sostanzialmente equilibrata sono le campionesse d’Italia in carica ad ottenere il primo significativo break (9-6). La Igor prova a riavvicinarsi, ma le “pantere” replicano con efficacia (12-8). Chirichella prova a replicare alla ex Hill (particolarmente in luce in questa fase iniziale del match) e Novara si riporta a -1 (13-12), ma tutte le volte che l’aggancio sembra essere a portata di mano ecco il fatale allungo da parte delle trevigiane (19-16 e poi 23-18), sino al 25-19 che chiude il primo set.

Come già accaduto in passato la Igor accusa il colpo, concedendo alle avversarie una partenza shock nella seconda frazione (5-0 Imoco). Novara prova a rinserrare le fila ma il divario rimane importante (8-3, salito poi a 10-4). Piccolo “sussulto” d’orgoglio da parte della ragazze di Barbolini (21-16), ma le novaresi, costrette a pagare anche una serie di errori (anche in battuta), sono costrette a cedere con il muro di De Kruijf per il 25-17 che vale il 2-0.

Dopo il cambio di campo si lotta punto a punto (Vasileva firma il 3-3), poi Egonu dai nove metri firma quasi due ace consecutivi, costringendo Barbolini a fermare il gioco. Al rientro le cose non cambiano (il nastro aiuta il 9-4 di Hill). La Imoco aumenta il suo ritmo, ricacciando i tentativi di risalita di Novara. Sul 18-10 la panchina novarese prova a giocare anche le carte Di Iulio e Gorecka, ma le venete, trascinate da un “PalaVerde” esaurito, hanno fretta di chiudere. Finisce 25-18.

Nel dopo gara il primo commento in casa novarese è di Stefania Sansonna: «E stata una partita combattuta soprattutto nel primo set – così il libero pugliese – ma non siamo mai riuscite a passare davanti nel punteggio. Oggi abbiamo particolarmente sofferto in ricezione e poi è mancata l’attenzione in alcuni fondamentali più semplici». Adesso l’impegno in Champions: «Una partita importantissima. Siamo già lì».

Imoco Volley Conegliano 3
Igor Gorgonzola Novara 0

(25-19 / 25-17 / 25-18)

Conegliano: Sorokaite 9, De Kruijf 12, Geerties ne, Folie 7, Fersino (L2), Botezat ne, De Gennaro (L1), Ogbogu ne, Enweonwu ne, Gennari, Wolosz, Hill 13, Sylla ne, Egonu 15. All.: Sanarelli.

Igor: Mlakar 1, Brakocevic 3, Morello ne, Napodano, Courtney 5, Gorecka, Di Iulio 1, Chirichella 7, Sansonna (L1), Hancock 2, Arrighetti ne, Piacentini (L2) ne, Vasileva 7, Veljkovic 5. All.: Barbolini.

Arbitri: Santi di Città di Castello e Piana di Modena.

Spettatori: 5.344.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: