Volley, la Igor fatica all’inizio, ma poi riesce a domare Perugia

Vince come da pronostico la Igor la gara d’esordio nei play off, ma quanta fatica, almeno per oltre un set, per avere ragione di una Bartoccini Perugia che, dopo aver liquidato Cuneo nel turno preliminare della post season, per al meno una frazione ha coltivato il sogno di poter ripetere l’impresa.

E’ finita 3-1 in rimonta per le ragazze di Stefano Lavarini, che hanno dovuto però sudare non poco, mostrando solamente a tratti un gioco secondo le previsioni, anche se il dato positivo è rappresentato dal fatto che la prestazione è stata in crescendo. Dall’altra parte della rete Perugia, dopo un avvio fulminante ed aver anche meritatamente conquistato la prima frazione, ha finito per spegnersi e arrendersi di fronte alla maggiore esperienza e qualità delle novaresi. Per quanto riguarda le prestazioni individuali, a fronte di una Herbots che ha confermato il suo momento difficile e non riuscendo ad entrare neppure nello score, si registra una costante crescita di Daalderop, che con 21 punti e il 56% in attacco si è poi giustamente meritata il titolo di Mvp.

Igor che deve rinunciare a Stefania Sansonna, che in allenamento ha rimediato una botta al polso. Nel ruolo di libero viene schierata di conseguenza Napodano; per il resto ci sono Hancock in regia e Smarzek opposto, Bosetti ed Herbots in banda, Washington e Bonifacio centrali.

Novara spinge subito con il servizio di Hancock (4-1), poi consente alle ospiti di rientrare e di mettere addirittura il naso davanti (7-8 e 10-13). Daalderop rileva Herbots e Lavarini ferma il gioco per vederci un po’ chiaro. Una “veloce” di Bonifacio stoppa momentaneamente Perugia (11-15), ma la Bartoccini è galvanizzata e allunga nuovamente costringendo la panchina novarese a spendere un secondo time out. Fuori anche Smarzek, un po’ spentasi dopo un buon avvio, per Zanette, ma le umbre fuggono (12-21). Un ace di Daalderop illude (17-24), ma è troppo tardi: la Bartoccini chiude 18-25.

Ancora Daalderop ferma lo scoppiettante avvio di Perugia nella seconda frazione (1-3). Bosetti corona il lungo inseguimento (7-7) e poi la Igor sorpassa (11-10) sfruttando un buon momento del suo muro. Questa volta sono le azzurre a recitare la parte delle lepri (17-13). Basta qualche disattenzione e un ace di Ortolani riporta la Bartoccini a -1. Nuova parità grazie a qualche disattenzione di troppo nella metà campo novarese. Perugia riesce a fare anche di peggio. E’ di Daalderop il meritato punto del 25-22.

Bonifacio apre il terzo set ma è l’equilibrio a regnare sino a quando Smarzek trova il primo break (9-7), però subito annullato. Sul 9-9 spazio anche per Chirichella. Smarkez risolve un lungo scambio ma è sempre Daalderop a “spaccare” finalmente il gioco (20-18). Carcaces sbaglia (errore confermato dal video check) e poi l’olandese “cecchina” nuovamente la ricezione ospite dai nove metri. E’ comunque un’invasione di Perugia a chiudere il set 25-20.

Si cambia campo e la Igor prova a innestare le marce alte (4-0 e time out di Mazzanti). Insiste Daalderop (8-2) e Novara riesce finalmente a trovare quella continuità da garantirgli una fuga (13-4 e poi 17-6). Poi è solo gestione sino al 25-17. Appuntamento mercoledì a Perugia mercoledì, ma ci vorrà una Igor in palla fin dall’inizio per evitare sorprese.

Igor Gorgonzola Novara 3

Bartoccini Fortinfissi Perugia 1

(18-25 / 25-22 / 25-20 / 25-17)

Igor: Populini, Herbots, Napodano (L1), Zanette, Battistoni, Bosetti C. 11, Chirichella 2, Sansonna (L2) ne, Hancock 2, Bonifacio 14, Tajé, Washington 4, Smarzek 11, Daalderop 21. All.: Lavarini.

Perugia: Casillo ne, Carcaces 16, Agrifoglio 1, Scarabottini ne, Cecchetto (L1), Di Iulio, Rumori (L2)  ne, Mlinar 1, Koolhass 6, Ortolani 15, Angeloni ne, Havelkova 15, Aelbrecht 10. All.: Mazzanti.

Arbitri: Bassan di Brescia e Pristerà di Torino.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *