Volley, la Igor alza il muro e inizia i playoff nel migliore dei modi

Le ragazze di Lavarini si aggiudicano in tre set il derby con la Bosca San Bernardo Cuneo grazie a una buona prova complessiva e a un decisivo apporto di questo fondamentale. Martedì sera la seconda gara nella “Provincia Granda” per chiudere la serie

Inizia nel migliore dei modi l’avventura nei playoff scudetto per la Igor, che si aggiudica con un convincente 3-0 la prima gara dei quarti di finale contro la Bosca San Bernardo Cuneo delle tante ex.


Un successo in questo derby piemontese costruito con pazienza da parte delle ragazze di Stefano Lavarini e capitalizzato soprattutto a muro, fondamentale che ha visto Chirichella e compagne mettere a segno complessivamente 12 block (sei della sola Washington) a fronte dei due delle bianco-rosse. Per il resto buona difesa, capace di annullare le principali bocche da fuoco avversarie, e poche sbavature in attacco, per un match incanalatosi quasi subito sui giusti binari.


Sempre out Montibeller (che ha festeggiato il compleanno a bordo campo), la Igor conferma inizialmente Hancock e Karakurt a fonrmare la diagonale; Chirichella e Washington sono le centrali, Bosetti e Daalderop le bande con Fersino libero. La Bosca “strappa” subito il servizio alla regista americana e poi sfrutta due errori di Karakurt per andare sullo 0-3. Squarcini sbaglia dai nove metri, imitata poi da Bosetti, mentre Gicquel trova l’ace del 2-5. Karakurt si riscatta immediatamente ma le ospiti rimangono sul +2 (4-6). Muro di Washington e parità grazie a un attacco out di Degradi. Primo vantaggio Igor con Daalderop (7-6) ma il match vive una fase di equilibrio sino al 15-12 (muro di Daalderop e infrazione delle ospiti, con time out chiesto da Pistola). Al rientro in campo la Bosca sembra aver esaurito la spinta iniziale: Novara alza il muro e gli attacchi delle “gatte” non passano più (20-14 e secondo stop dalla panchina cuneese). Cuneeo rosicchia qualcosa e stavolta è Lavarini a fermare il gioco. Bosetti mette al terra il pallone del 23-19, Karakurt quello successivo e Daalderop chiude subito il primo set 25-19.


Partenza spint della Igor nella seconda frazione (5-0, con due ace di capitan Chirichella). Ancora Daalderop in evidenza (7-2) mentre i tentativi ri rimonta della Bosca si infrangono ancora una volta contro il muro novarese (10-4). Bosetti assesta un paio di colpi (13-5), il nastro aiuta il servizio di Hancock e la Igor viaggia spedita verso il suo secondo traguardo, timbrato da Karakurt (25-17).


Anche il terzo set si apre con un ace, questa volta di Hancock, poi Chirichella rimedia al mini vantaggio ospite e Daalderop riporta avanti le azzurre (6-5). Signorile e compagne spremono tutte le energie per rimanere aggrappate al match, ma Karakurt prima e ancora il martello olandese firmano l’allungo decisivo (13-10). Cuneo accusa il colpo (19-13), entra nel tabellino anche Herbots (in campo per fare rifiatare Bosetti) e la Igor chiude 25-16 con D’Odorico. Appuntamento martedì sera nella “Provincia Granda” per la seconda partita

Igor Gorgonzola Novara – Bosca San Bernardo Cuneo 3-0
(25-19 / 25-17 / 25-16)
Igor:
Imperiali (L2) ne, Herbots 2, Battistoni ne, Fersino (L1), Bosetti C. 8, Chirichella 7, Hancock 3, Bonifacio, Washington 7, Costantini ne, D’Odorico 1, Daalderop 12, Karakurt 16. All.: Lavarini.
Cuneo: Zuznetsova 2, Degradi 8, Squarcini 4, Spirito (L1), Giovannini 4, Zanette 5, Agrifoglio, Gicquel 4, Signorile 1, Caruso ne, Jasper 1, Gay (L2) ne, Stufi 5. All.: Pistola.
Arbitri: Papadopol di Mantova e Saltalippi di Perugia.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni